Pariuh – Passed Lives’ Excessive Future

Una nuova ventata fresca e cinica porterà alla distruzione del primo decennio degli anni 2000. Il futuro sta arrivando a scaglioni con gruppi come i Pariuh.

Pariuh - Passed Lives' Excessive Future 1 - fanzine

“Sembrano essere usciti dalla compilation “Heide Sez” della Lookout. Distorsioni alla Jesus and Mary Chain, voci che ricordano gli Husker Du, mentre i loop sono quelli di Square Pusher. Che trionfo patafisico”

Humiliated and insulted, la prima traccia, crea questo tipo di miscellanea confusione non del tutto scontata.
Past Life, Humiliated and Insulted, Suicide Notes e Passed Lives’ Excessive Future, ultimo album appena uscito, formano un panorama sonoro diverso che fonde la scena di Miami con quella di Boston, in un’interpretazione creativa di art rock. Chris Dougnac e Krystle Lee Bruise sono operativi dal 2008 con diverse formazioni che vedono, con l’attuale, la compagnia di Jayan Betrand.
Un trio che gloriosamente cavalca un tour muovendosi da stato a stato, rimbalzando come una pallina da flipper per l’America intera.
Tutto funziona, quindi, e l’uscita del disco, prevista per il 26 agosto, riporta quanto segnalato dai tabloid underground d’oltre oceano e trans-canadesi: una nuova ventata fresca e cinica porterà alla distruzione del primo decennio degli anni 2000. Il futuro sta arrivando a scaglioni con gruppi come i Pariuh. Benvenuti dunque !

TRACKLIST
1.humiliated and insulted
2.harvest moon
3.anchor monster (marriage ring)
4.micky mouse’s
5.gods
6.do it again
7. ↔
8.phonehead
9.willow
10.wind chime
11.sad song
12.rubies

LINE-UP
Jayan Bertrand – chitarra
Krystle Lee Bruise – Omnichord
Adriano Di Lorenzo – Ottava Chitarra
Chris Dougnac – Batteria e voce

PARIUH – Facebook

Avatar

Autore: Enrico Mazzone

Della grigia Torino racconto solo i contorni che la nebbia permette di ancora vedere. Per questo motivo i miei disegni sono in bianco e graffite, con qualche sfumatura carica e qualche altra sbiadita.Frequento L'accademia albertina dove non mi viene permesso di frequentare il corso di incisione per saturazione posti per ben 3 anni ( su 7) Decido allora di prendere in mano la matita e scoprire le gioie e i dolori del tratteggio e del puntinato. A4, A3,70x50, 70x100,5x1,50 e 20 x 2 metri, alla ricerca di spazio per poter espletare i miei ricami mentali. Horror vacui ? No, mancanza di spazio vitale, effettivo, pratico, logistico, emotivo, affettivo e sociale, non chè espressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.