iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Nicolas J Roncea – Eight (part One)

Roncea è un cantautore con molto talento che, con semplicità, fa cose difficili, diventando un menestrello fra i più piacevoli che ci siano.

Nicolas J Roncea – Eight (part One)

Cantautore moderno e vigoroso, Nicolas J Roncea comincia la sua avventura nella musica suonata con il gruppo Fyh, per poi proseguire negli Io Monade Stanca, e ora la sua ditta è a ragione individuale.

Voce schietta e testi sinceri, Nicolas segue una via mediana fra Europa e Stati Uniti, cantando in inglese e ricercando un cantautorato moderno e sensibile.
La sua voce e la chitarra bastano, riallacciandosi al suo primo disco solista “News From The Belgium” del 2010, seguito dal secondo uscito per African Tape, “Impossible Roncea Ep”, e poi dal terzo “Old Toys” nel 2012.
Roncea è un cantautore con molto talento che, con semplicità, fa cose difficili, diventando un menestrello fra i più piacevoli che ci siano.
Il suo disco può essere apprezzato da un pubblico trasversale, essendo fatto di musica dall’indubbio valore, dato che riesce a stupire nonostante la struttura minimale.
Non è tutta luce quella che rischiara Roncea, si può notare anche un contorno di ombre e sofferenza, che vengono però superata dalla sua sensibilità e speranza.
Un lavoro che merita di essere sentito da molte persone, anche per avere il tempo di fermarsi e pensare un attimo.
Sareste in buona compagnia con Nicolas.

Tracklist:
1 Forever With The Ghost
2 Sand In My Eyes
3 The Storm
4 Find Me
5 He’s Wrong
6 Mary J
7 December
8 Animals Were

NICOLAS J RONCEA – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.