iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Neil – Black Flowers

Il risultato è comunque ottimo, molto vitale e notevole, un rock di ottima qualità senza piagnistei o pose.

Neil – Black Flowers

Giovane cantautore italiano in lingua inglese, fin da piccolo componeva canzoni usando la lingua inglese. Molto giovane fonda il gruppo Hope Leaves, con il quale incide un demo nel 2006 ed un disco nel 2011. Divenuto solista con l’etichetta Garage Records incide Apart nel 2013.

Poco prima di entrare nei Seahorse Recordings per incidere il suo nuovo disco incontra Andrea e Ake, e li coinvolge in questa avventura. L’intero lavoro è ispirato ai Fiori Del Male di Baudelaire, contenendo quella malinconia e quel mal de vivre che non può che contagiare chi faccia due ragionamenti sulla nostra vita. Lo stile di Neil è molto efficace, il suo cantare in inglese conferisce potenza alla sua musica che si avvicina a molti stili senza mai legarsi, vagando libera.

Lo stile di fondo è il rock, ma un rock potenziato e visto da diversi punti di vista, perché in certi momenti si avvicina al blues, mentre in altri è più fedele al cantautorato di marca americana, Il risultato è comunque ottimo, molto vitale e notevole, un rock di ottima qualità senza piagnistei o pose.

Neil è un musicista che sa dove sta andando e ci vorrebbe portare con lui, portandoci per mano in un territorio dove tutto non è lieve ma almeno lo possiamo condividere con qualcun’altro che ci aiuterà a portare il nostro fardello. Una bella opera di un musicista che da tempo fa cose interessanti.

TRACKLIST
1) Spleen
2) Blank Sheet
3) My Tired Heart
4) Chains
5) Promise
6) Clown
7) The Meaning Fades
8) Not a Love Song
9) Moth
10) Awaiting
11) Spleen II

URL Facebook
https://www.facebook.com/neil.apart/?fref=ts

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
2 Comments
  • Avatar
    Isel
    Posted at 22:04h, 17 Dicembre Rispondi

    È Andrea e ake!!! No Matteo !!!

  • Avatar
    admin
    Posted at 10:23h, 18 Dicembre Rispondi

    sorry correto… grazie

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Autorock – Between us

Gli Autorock sono una gioia per le orecchie e una panacea cerebrale, e questo singolo è una bellissima ossessione, dolce e suadente.

Mind Control – Elements

Mind Control: l’essenza di “Elements” è un andare oltre i generi, partendo dalla potenza e dalla brutalità del death metal inteso sempre in chiave moderna, per toccare l’oceano prog e quello del metal moderno.