iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Movie Star Junkies – Son Of The Dust

Movie Star Junkies - Son Of The Dust: Nuovo disco per i Movie Star Junkies, a mio avviso uno dei migliori gruppi in attività in Italia. Dopo due acclamati ...

Movie Star Junkies – Son Of The Dust

Nuovo disco per i Movie Star Junkies, a mio avviso uno dei migliori gruppi in attività in Italia.

Dopo due acclamati album per la splendida etichetta svizzera Voodoo Rhythm Records, svariati ep e tour di successo i cinque torinesi sfornano un concept album, come si usava una volta, o come fanno troppe bands di heavy metal. La storia di “ Son of the dust “ ruota attorno a tre personaggi : un ostraniero, un prete ed un contadino. Il contadino è il figlio della polvere in un selvaggio e secco ovest immaginario, in un villaggio che stà subendo una fortissima siccità. In codesto villaggio arriva uno straniero che dice che l’unico modo di far cessare la siccità è di buttare la statua d’oro del santo di Cold Stone Road nel pozzo, per propiziare l’acqua. Il furbo straniero prende in disparte un contadino e gli comunica che potrebbe essere lui il prescelto per fare il sacrificio. Ovviamente il contadino nonostante i pareri contrati del prete e di sua moglie compie lo scellerato gesto. Poi scappa e si dispera per l’accaduto ; la pioggia arriverà ed ammazzerà la moglie del contadino, che rimarrà solo e sconfitto. I Movie Star Junkies raccontano con musica struggente e sporca una dannata storia di vite sconfitte, di disperazione e di solitudine. La musica è splendida, seppur meno spigolosa dei dischi passati, un rock nello stile di Tom Waits e Nick Cave, suono ruvido e vitalissimo, come solo i Movie Star Junkies sanno fare. Io li immagino a suonare nel saloon delle vite sbagliate, dove si incontrano tutti i reietti per ascoltare qualcosa che li possa redimere. Il disco è stato registrato in presa diretta in una vecchia stalla del cuneese, per poi essere mixato all’ Outside Inside Studio da Emanuele Baratto con l’aiuto di Massimiliano Moccia.
Qui c’è vita e morte, poesia e disperata solitudine, rock analogico prima della luce, tante cose, in tre parole Movie Star Junkies.

Movie Star Junkies-Son Of The Dust

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.