iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Movie Star Junkies Boy, Life Is Chaos/Days Gone 7″

Movie Star Junkies Boy, Life Is Chaos/Days Gone 7": Movie Star Junkies: una band che ho sempre seguito e apprezzato tantissimo.

Movie Star Junkies - Boy, Life Is Chaos/Days Gone 7"

Movie Star Junkies Boy, Life Is Chaos/Days Gone 7″

Il cielo è plumbeo sopra Varazze e minaccia pioggia. In quello splendido antro così poco varazzino che è l’osteria dell’Amor Cieco è programmato il concerto dei Movie Star Junkies e mai come questa sera si respira un’aria romantica e disperata da refugium peccatorum.

Nonostante il meteo si decide di cominciare e sono subito brividi che corrono sulla pelle: la band è ispiratissima, suona intensa, ieratica, vischiosa, drammatica, liberatoria per i sensi.

Ma Giove Pluvio non concede deroghe ed arriva un temporale di notevoli proporzioni; tutti si prodigano a dare una mano per smontare il più in fretta possibile, ci si mette al riparo dentro l’osteria sperando in una tregua.

Ognuno fra i presenti è elettrizzato da quanto il gruppo stava proponendo e si spera che il cielo torni a più miti consigli. In ciascuno di noi è viva la sensazione che si stava per assistere ad uno dei concerti della vita, ormai uno dei “concerti mancati” della vita. Questo è quello che mi sovviene ogni volta che vedo il nome dei Movie Star Junkies: una band che ho sempre seguito e apprezzato tantissimo. Non vi nego quindi il mio piacere nell’accostarmi a questo nuovo singolo che, tra l’altro, rompe un silenzio di quasi quattro anni, dai tempi del loro ultimo album.

Due sono le canzoni proposte; la prima è Boy, Life Is Chaos, tesa allo spasimo come una corda che sta per spezzarsi, evocando atmosfere poeticamente decadenti da crepuscolo della repubblica di Weimar.

Mentre il secondo brano, Days Gone, ha qualcosa della ballata nella sua accezione virtuosa, un salmodiare incalzante che porta l’ascoltatore verso l’abisso nel modo più dolcemente intenso sia possibile, un perdersi come in un sogno pieno pieno di particolari incomprensibili. Insomma spero di aver fatto capire che ci troviamo di fronte a due pezzi al di sopra della media, opera di una formazione che non tradisce mai le aspettative – aspettative che, con il trascorrere degli anni, si sono fatte sempre più alte.

A proposito trovo che per un gruppo rock’n’roll il nome Movie Star Junkies sia davvero azzeccatissimo, l’ho sempre pensato ed ora mi si dà il modo anche di scriverlo.

 

Movie Star Junkies Boy, Life Is Chaos/Days Gone 7″

Altre recensioni:

Movie Star Junkies – Evil Moods
Movie Star Junkies – Still Singles
Movie Star Junkies – Son of the Dust

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

The Mourning After - Lately / Quit Bazar 7"

The Mourning After – Lately / Quit Bazar 7″

Pronti alla bisogna per assolvere nel migliore dei modi tale irrinunciabile esigenza ecco qui per me e per noi tutti, direttamente da quel di Sheffield, i veterani e collaudatissimi Mourning After ed il loro 7″ licenziato in questi giorni dalla Rogue Records.

Nico Plescia - Cecilia's Lullaby

Nico Plescia – Cecilia’s Lullaby

Una canzone che ricorda le filastrocche dei They Might Be Giants, sia pur essendo assai meno sghemba dei componimenti proposti dal duo americano, ma suonata con l’approccio di un Robyn Hitchcock.