iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Movie Star Junkies – Still Singles

I Movie Star Junkies (Stefano Isaia, Caio Montoro, Vincenzo Marando, Alberto Dutto, Emanuele Baratto), ad appena un anno di distanza dal loro ultimo lavoro (il terzo, per la precisione), ritornano con Still Singles, doppio album che raccoglie tutti i loro singoli, ovvero venti allucinati e roventi brani garage/punk/blues.

Movie Star Junkies – Still Singles

Si parte con i suoni più sgranati e pastosi di Dolls Come In per approdare al delirio vocale di Garsin e al demoniaco torturare di Dialogue Between Zachary Swenson And Thimothy Leary.
Lipstick, sempre sporca e sudata, ci abbraccia con le sue chitarre, lasciando spazio al sound grasso di Flamingos e al corrosivo scorrere di The Whore.
Mother, tra voce ubriaca e chitarre scottanti, arriva in fondo sorreggendosi sui colpi di batteria, mentre Almost A God, isterica e ossessiva, cede il posto alle spettrali (ma più ordinate) I Love You More As Dead e Slow Dance.
Northern Lights, veloce e corrotta, travolge con le sue grezze melodie, aprendo ai deliri di Sand e al dolce cullare (escluso il finale) di Cold & Gold. Con Under The Marble Faun i ritmi si fanno nuovamente serrati, ma già la successiva Satan Satan, tra sferzate di chitarra e cori sgangherati, cerca di riportare un po’ di tranquillità (rintracciabile nella francese Requiem Pour Un Con). Le Trout, infine, cerebrale e matematica, introduce l’appassionante ribollire di Branches From My Arms, l’animo caldo e ammiccante di Baltimore e le melodie affascinanti della conclusiva Everything Is Holy.

Con questo doppio album i I Movie Star Junkies raggiungono due obiettivi: permettere a tutti i fan più accaniti di avere in un’unica uscita tutti i loro brani più difficili da recuperare e fornire ai nuovi ascoltatori una panoramica completa di ciò che è il sound della band. Una interessante raccolta.

Tracklist:
01. Dolls Come In
02. Garsin
03. Dialogue Between Zachary Swenson And Thimothy Leary
04. Lipstick
05. Flamingos
06. The Whore
07. Mother
08. Almost A God
09. I Love You More As Dead
10. Slow Dance
11. Northern Lights
12. Sand
13. Cold & Gold
14. Under The Marble Faun
15. Satan Satan
16. Requiem Pour Un Con
17. Le Trout
18. Branches From My Arms
19. Baltimore
20. Everything Is Holy

Line-up:
Stefano Isaia
Caio Montoro
Vincenzo Marando
Alberto Dutto
Emanuele Baratto

MOVIE STAR JUNKIES – pagina Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90