iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Liquid Newt & Frank M. Spinath – Walk With Scars

Il primo convincente passo di una collaborazione che potrebbe rivelarsi foriera di frutti molto prelibati

Liquid Newt & Frank M. Spinath – Walk With Scars

Stimolante uscita marchiata Dependent, con il musicista belga Didier Salvatore (Diskonnekted) che coinvolge nel proprio progetto solista Liquid Newt il noto vocalist tedesco Frank M. Spinath (Seabound).

Da questa collaborazione ne scaturisce un singolo notevole come Walk With Scars, perfetto esempio di come un uso equibrato dell’elettronica riesca a elevare una canzone solo apparentemente semplice ad un livello ben più elevato.
Il contributo del carismatico Spinath conferisce al tutto quell’aura più colta ed austera che, assieme al gusto melodico di Salvatore, è la ricetta infallibile per la produzione di un brano che mieterà diverse vittime sui dancefloor, specialmente nelle sue versioni alternative.
Walk With Scars, infatti, viene presentata in altre tre vesti che, oltre all’originale ed alla sua prima stesura, esibisce due remix che ne esaltano la ballabilità, con il primo che, tutto sommato, segue abbastanza fedelmente le linee guida del brano e con il secondo, invece, curato proprio dai Diskonnekted, che ne modifica non poco le sembianze risultando anche per questo più utile oltre che accattivante.
Il primo convincente passo di una collaborazione che potrebbe rivelarsi foriera di frutti molto prelibati …

Tracklist:
1. Walk With Scars
2. Walk With Scars (Remix)
3. Walk With Scars (Diskonnekted Remix)
4. Walk With Scars (Demo)

Line-up:
Didier Salvatore
Frank M. Spinath

LIQUID NEWT – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Blazing Eternity – A Certain End of Everything

Un eccellente album come A Certain End of Everything può sorprendere solo chi non conosce i Blazing Eternity a causa del loro lungo silenzio discografico, perché sulle doti intrinseche di questa band non ci sono mai stati soverchi dubbi.

Forever Falling – The Determinism of Essence in Matter

The Determinism of Essence in Matter, nonostante i riferimenti filosofici del titolo siano suggestivi di una certa profondità concettuale, è un lavoro che penetra con un certo agio le difese dell’ascoltatore grazie a un approccio sincero, fluido e privo di artifici al funeral death doom da parte dei Forever Falling.