iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : La Suerte – L’origine

A fronte di molte frecce a disposizione, i bersagli colpiti restano comunque pochi

La Suerte – L’origine

I La Suerte, band milanese nata nel 2013 e composta da Francesco Perrone, Marco Mazzini, Giuseppe Gagliardi, Jacopo Guidali e Alessandro Montresor, debuttano, dopo un demo registrato in presa diretta, con i quattro brani de L’Origine. Il disco, breve anticipazione di quello che sarà poi il primo album lungo (previsto per l’autunno), si concentra prevalentemente su sonorità indie rock/pop/folk.

L’aprire con la parola “vagina” de L’Origine Del Mondo, per me, è forse una tra le scelte più sbagliate nella storia della musica, ma il resto della canzone si fa poi perdonare con il suo pop/indie rock in crescita e dagli arrangiamenti curati. Fiat, invece, con ritmo incalzante, tastiere e chitarre in primo piano, scorre veloce e trascinante, lasciando che a seguire sia il mix reggae/dub/folk della prolissa L’Addio Del Sale (giocata sull’alternarsi di voce maschile e femminile). Il remix di Fiat (Luca Urbani), infine, viaggiando dritta su basso e ritmo quadrato, chiude il disco senza aggiungere particolari novità.
Con questo esordio i La Suerte dimostrano di avere buone qualità ma, a fronte di molte frecce a disposizione, i bersagli colpiti restano comunque pochi. Il pop/folk/indie rock che presentano, infatti scorre piacevole, ma mai entusiasma in maniera particolare. Tutto appare ancora piuttosto spento. Ci auguriamo che il disco lungo provi ad essere più corposo ed efficace.

Tracklist:
01. L’Origine Del Mondo
02. Fiat
03. L’Addio Di Sale
04. Fiat Remix

Line-up:
Francesco Perrone
Marco Mazzini
Giuseppe Gagliardi
Jacopo Guidali
Alessandro Montresor

LA SUERTE – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90