iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Kuadra – Discoduro

Un fiume di suoni e di parole, immagini forti e della nostra vita quotidiana perché alla fine la vera protagonista di questo ep è l’Italia con tutte le sue storture e problemi, e siamo noi che facciamo l’Italia.

Kuadra – Discoduro

Nel 2023 un gruppo italiano ha prodotto un gran bel ep di rap metal bello oscuro e contundente : loro si chiamano Kuadra, il disco si chiama “Discoduro” e esce per la svedese Icons Creating Evil Art che si contraddistingue per la varietà e la qualità delle sue ultime uscite.

I Kuadra riescono nella difficilissima impresa di legare il rap ad un universo tenebroso e quasi metal, sviluppando all’estremo certe cose che ha fatto Salmo anni fa e si possono ritrovare in ottimi gruppi come i DubZenStep, The Old Skull, Dsa Commando ed altri, in una cerchia ristretta che si rivolge ad una comunità molto sotterranea ma bellissima. “Discoduro” è uno di quei piccoli miracoli che arrivano dalla provincia italiana, sia essa Vigevano come in questo caso o Cosenza, che arrivano come meteoriti impattando duramente al suolo e facendoci capire molte cose. Questo ep è un manuale di come la nostra società si stia avviando gioiosamente alla distruzione e forse è meglio così. Yuri La Cava, cantante e autore dei testi del gruppo, è un tesoro da proteggere sia per la sua urgenza nel cantare e anche i suoi testi che sono davvero unici, politici nel vero senso della parola, senza tregua e senza assoluzione, con delle musiche davvero adeguate e potenti, che ampliano i nostri sensi durante l’ascolto.

I Kuadra continuano un percorso iniziato da gruppi come i Linea 77 che proposero un crossover totalmente differente rispetto a quello anglosassone, ed infatti i testi in italiano dei Kuadra in inglese non sarebbero così devastanti come nella nostra lingua. Un testo come “Robinud”, con un tappeto musicale super moderno e che adegua il crossover ai nostri tempi, è difficile da sentire in questa epoca politicamente super corretta e sono taglienti come affilata è la musica davvero potente. Un fiume di suoni e di parole, immagini forti e della nostra vita quotidiana perché alla fine la vera protagonista di questo ep è l’Italia con tutte le sue storture e problemi, e siamo noi che facciamo l’Italia.

Un disco molto forte, attuale e che scava nel profondo di un suono che non ci ha mai lasciato e che arriva qui ad una sua ulteriore mutazione senza mai perdere le sue caratteristiche principali. “Discoduro” è figlio degli hard disk ma anche degli anni duemila e di cosa è diventato l’hip hop a queste latitudini.

 

Kuadra – Discoduro

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.