J Mascis – Tied To A Star

J Mascis – Tied To A Star

Mascis è il contraltare dell'Houellebecq di “Particelle Elementari”; laddove l'intellettuale non vede altro che inutilità biologiche, il nerd trova un senso e lo canta.

J Mascis è fondamentalmente una delle ragioni per cui scriviamo su una webzine.

I Dinosaur Jr. sono stati uno dei gruppi più importanti della storia della musica, almeno della musica ascoltata da un largo gruppo di persone come me e tanti altri.
Come tutte le cose, i Dinosaur Jr. hanno avuto una fine e J Mascis ha voltato pagina, andando sull’acustico.
La sensibilità ad una certa età cambia e il modo di fare le cose inevitabilmente muta; rimane ben presente tutto l’impianto semantico ed ontologico presente nei Dinosaur Jr, semplicemente è cambiato l’approccio.
Mentre alcuni coetanei di J Mascis tentano ancora di fare stage diving, a volte riuscendovi a volte no, il nostro paffuto nerd trova la sua via tirando fuori il cantautore che è in lui.
Non è propriamente un lavoro solista poiché qui sono radunati Pall Jenkins dei Black Heart Procession, Ken Maiuri e Mark Mulcahy.
Il disco risulta sempre nelle vicinanze del cantautorato indie ma è più vicino ad una jam session rispetto al precedente “Several Shades Of Shy”; molte cose sono elettrificate ed il respiro è sempre in zona Dinosaur Jr., ma questo è J Mascis, un musicista unico nel suo genere.
A mio personale avviso non viene quasi mai toccata l’autoreferenzialità, essendo Mascis un’icona indie punk; le canzoni hanno un maggior respiro rispetto alle precedenti occasioni, e il disco è un passo in avanti.
C’è in queste note e in queste parole, una certa paura per il futuro, ma anche una speranza di fondo, che ha il suo scopo nella ricerca di amore e calore.
Mascis è il contraltare dell’Houellebecq di “Particelle Elementari”; laddove l’intellettuale non vede altro che inutilità biologiche, il nerd trova un senso e lo canta.
Penso che i Dinosaur Jr. siano stati un’onorevole e splendido compromesso tra la paura di diventare grandi e la necessità di trovare un senso.
J Mascis solista è un rifugio caldo e confortevole, con una vista discreta sul disastro esterno.
Questo disco lo conferma come un artista fondamentalmente ingiudicabile, che può piacere o meno: per me è sempre una sicurezza.

Tracklist:
01 Me Again
02 Every Morning
03 Heal the Star
04 Wide Awake
05 Stumble
06 And Then
07 Drifter
08 Trailing Off
09 Come Down
10 Better Plane

J MASCIS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.