I Carnival – Se Non Mi Tengo Volo

I Carnival – Se Non Mi Tengo Volo

una poesia altra, che sa più di post sbornie e sconfitte, ma che è infinitamente più vera e reale delle cazzate che ci hanno propinato per anni, e parlo anche di gruppi piuttosto grossi ed incensati.

Tornano gli spezzini Carnival, uno dei gruppi italiani più interessanti degli ultimi anni.

Nati in provincia di La Spezia, i Carnival hanno pubblicato nel febbraio di quest’anno Superstellar disco che è andato bene sia per critica che per pubblico. Questo nuovo disco a breve distanza dal primo è un buon seguito e anzi migliora ulteriormente le cose, portando i Carnival ad un livello più alto. La loro proposta è un rock molto minimale e scarno, ma dalla grande forza espressiva, i testi sono molto taglienti e la musica contribuisce a creare un effetto molto decadente ed in linea con i nostri tempi.
Le atmosfere evocate da questo gruppo non sono ottimistiche o belle, ma è una fredda descrizione delle nostre realtà che belle non sono, e siamo a chiederci se è questo che meritiamo. La risposta, ascoltando i Carnival è un secco sì.
Con il loro cinismo i Carnival si pongono in quella scia di gruppi come gli Zen Circus e i Cani ad esempio, che introducono una nuoca poetica nella canzone italiana, definiamola poetica bastarda, una poesia altra, che sa più di post sbornie e sconfitte, ma che è infinitamente più vera e reale delle cazzate che ci hanno propinato per anni, e parlo anche di gruppi piuttosto grossi ed incensati.
Il messaggio dei Carnival è abbastanza chiaro e diretto, ovvero bisogna inseguire la nostra felicità, non praticando un edonismo cieco, quanto piuttosto cercare di conoscere e di affermare il nostro vero io. Tutto ciò con una base rock indolente come riprendere il lavoro dopo la pausa pranzo. Qua e là si sentono le influenze tipo Queens Of The Stone Age o giù di lì, ma non è molto importante sapere da quale sorgente sgorgano i Carnival.
Questi sono i nostri tempi e i Carnival ne sono i perfetti cantori.

TRACKLIST
01. Pornovisione Cult
02. Furia Fuggitiva
03. Ora che non ho più te
04. Cinema Paradiso
05. La Psiche Inversa
06. Tutti i vizi che ho
07. Rollingstronz
08. Triangolo Shock
09. E me ne sbatto il cazzo

LINE-UP
Leonardo Elle: voce, chitarra Roberto Benacci: chitarra
Milo Manera: basso
Leonardo Pierri: batteria

I CARNIVAl – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.