Heat Fandango – Reboot System

Heat Fandango - Reboot System

Heat Fandango – Reboot System

Un inciso vecchio come il rock’n’roll vuole che chi, appassionato di musica, ma ipodotato a suonarla, si dia a scriverne. Io mi ascrivo, ça va sans dir, a questa categoria.

Quindi ogni buon imbratta fogli come me, dopo aver passato più o meno 35 anni ad ascoltare musicaccia rumorosa, sviluppa poche solide certezze, una fra queste è il poter avere un minimo di competenza per tracciare paragoni fra il disco di cui si vorrebbe parlare e altre band preesistenti.

La faccenda si complica quando ci si imbatte in una formazione come gli Heat Fandango che, essendo difficilmente etichettabili, pongono al recensore tapino soverchie difficoltà.

Comunque ragazzi, siccome non ve ne voglio, proverò a dire ai miei lettori cosa, all’incirca – presumo – vi dilettate a suonare. Cominciate con un pezzo alla Girls vs Boys come Reboot System, che dà il titolo al disco, per poi passare al vostro brano migliore, Controlled, che si snoda su di una tensione spasmodica arricchita com’è da virtuose e improvvise progressioni. Anche quando vi “buttate” su di una certa elettro wave tendente al dark come in Guilty non sembrate affatto scontati ed il rischio, si sa, si corre. Anche l’ irrequitezza tipica dei primi Ultravox di Here They Come è una cosa che vi riesce molto bene e la chiusura incalzante di I Wish U mette il sigillo a un disco più che buono.

Anche questa volta il risultato lo ho portato a casa ma che fatica, gruppi, please, siate più lineari, ho un’età.

Heat Fandango – Reboot System

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Rossomalpaolo

La prima volta che ho interagito con Paolo aka Rossomalpaolo è stato in un periodo in cui ero curiosa di sperimentare i limiti del mio corpo.

E’ morto Tom Verlaine

Un’altra orrenda notizia arriva a funestare questi primi sprazzi di 2023 in termini di perdite musicali. In queste ultime ore ci ha lasciati infatti, dopo una breve malattia, anche il cantante, chitarrista e songwriter statunitense Tom Verlaine.

Grandiosa Muerte – Egregor

Dietro al nome Grandiosa Muerte c’è un uomo solo saldamente al comando, il suo nome è Max Gutiérrez Sánchez, già fondatore di altri tre gruppi : Ravensouls, December’s Cold Winter, e Advent Of Bedlam. Max ha conosciuto l’abbraccio mortale del metal quando abitava in Spagna ed è lì che ha contribuito a fondare i suoi primi gruppi.

Märvel – Double Decade

Grandissimo ritorno degli svedesi Märvel uno di gruppi di hard rock scandinavi più longevi ed apprezzati, e il perché del loro successo è racchiuso in questa doppia raccolta celebrativa.