dente – anice in bocca

dente – anice in bocca

Dopo Herself di cui parlai in felice modo tempo addietro in queste pagine, un altro molto valido pezzo in uscita per Jestrai: Dente è il progetto solista di Giuseppe Peveri, già chitarrista dei La Spina, Anice In Bocca il titolo del disco.

Dopo Herself di cui parlai in felice modo tempo addietro in queste pagine, un altro molto valido pezzo in uscita per Jestrai: Dente è il progetto solista di Giuseppe Peveri, già chitarrista dei La Spina, Anice In Bocca il titolo del disco.Ci troviamo al cospetto di un signore che fa del cantautorato di tradizione italica una modalità d’ espressione tutta sua, dissacrante e ai limiti del sarcasmo.L’autore è indubbiamente bravo nel raccontare storie, tra chitarre acustiche e suoni lo-fi, bravo nel colorire le musiche con liriche divertenti ed ironiche ( memorabile nonsense sono i primi versi di “Un bacio e un omicidio”: “Scusi signorina se le lecco i piedi ma un bacio e un omicidio sono la stessa identica cosa…”), ma la produzione casalinga dell’album, di per se scelta che il sottoscritto apprezza sempre, denota una parziale insufficienza per quanto riguarda l’equilibrio del mastering, purtroppo non sempre all’altezza del resto, ma questo è solo cercare l’ago nel pagliaio, piccola nota negativa di poco conto.A tratti viene in mente il Bugo più sporco e naif, a tratti certe melodie moltheniane, ma Dente è sicuramente dotato di quella personalità necessaria per far sì che le canzoni posseggano una forte identità propria. In conclusione spezzo più di una lancia a favore di colui che ha messo insieme quest’album, perché da quando ha effettuato l’ingresso in casa mia, raramente c’è stato giorno che non lo abbia messo in play. Le musiche, potrebbe obiettare qualcuno, alla lunga stancano e sono un po’ ripetitive: ma dove non arriva la musica, arrivano le parole di Peveri, davvero degne di nota e di elogio, provare per credere.Jestrai Records http://www.myspace.com/amodente

dolorian gray
doloriangray@gmail.com

Nato nella primavera del 1982 sotto il segno del Toro,sta ultimando gli studi all' Accademia di Belle Arti a Genova.Umorale, istintivo, nostalgico ???????, avverso alla forma, innamorato dei contenuti;ha suonato in diversi gruppi, ma attualmente milita nei Japanese Gum,dove dà adito alle sue pulsioni indie-nerd-troniche e in un side-project dedito al post-rock ( ammesso che esista).Ascolti dichiarati: Nick Cave and the Bad Seeds, Godspeed You! Black Emperor, Joy Division, My Bloody Valentine, CCCP, Black Dice.Letture dichiarate: Fëdor Michajlovic Dostoevskij, Albert Camus, Emil Cioran, Bertold Brecht, Jonathan Coe, Michail Afanasievic Bulgakov.Visioni cinematografiche dichiarate: Sergej Mikhajlovic Ejzenstejn, David Lynch, Pier Paolo Pasolini, Woody Allen, Darren Aronofsky, Richard Kelly. Visioni artistiche dichiarate: Willem De Kooning, Marina Abramovic, Gustave Courbet, Anselm Kiefer, Anton Corbijn, Damien Hirst.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.