Danakil meets ONDUBGROUND Part.2 – Baco Records -2022

Danakil meets ONDUBGROUND Part.2 - Baco Records -2022

Danakil meets ONDUBGROUND Part.2 – Baco Records -2022

Secondo incontro sonoro fra il gruppo roots reggae Danakil e il collettivo dub ONDUBGROUND sempre su Baco Records.

La formula scelta per l’incontro è semplice quanto efficace : si prende un disco dei Danakil e il collettivo ONDUBGROUND riarrangia e il tutto e lo fa diventare un disco dub pezzo per pezzo, e in questa circostanza il disco è “Rien ne se tait” del 2021 su Baco Records  Come si usava fare per i dischi reggae di anni fa si fa diventare il disco intero una versione dub. I Danakil sono un gruppo roots reggae con influenze dalle diverse musiche del mondo, sono nati a Parigi nel 2000 e oltre alle fatiche discografiche si sono fatti conoscere per i loro concerti, una lista lunghissima di esibizioni in Francia e nel mondo.

La loro interpretazione del suono roots reggae è molto moderna e fresca, si parte dalla tradizione per innovare e lo fanno molto bene, con uno stile originale e personale.

In questo contesto musicale si inserisce il collettivo dub ONDUBGROUND fautore di un dub moderno, luminoso e dai bassi molto molto potenti, con una produzione accurata e molto vicina all’elettronica.

La produzione in dub dei ONDUBGROUND rende il suono dei Danakil molto corposo, lussurioso e rigoglioso, dandone un’interpretazione diversa che riesce a saturare completamente lo spazio sonoro.

In questo incontro profondo fra reggae e dub in chiave moderna il suono in levare compie molti passi in avanti, acquisendo un gusto più rotondo e comprensivo, non scevro da ulteriori cambiamenti e aggiustamenti.

Notevolissimi sono gli ospiti che sono presenti in questo lavoro, si parte dagli astri nascenti Andreia e Twann Tee per arrivare a musicisti come Bounty Killer, General Levy, Jah Mason, Skarra Mucci e il mitico Akenathon degli Iam ( gruppo hip-hop marsigliese che riveste un’importanza gigantesca in Francia).

Il lavoro in dub è un qualcosa a sè stante, in stretto collegamento con il suo disco originale e non toglie nulla, ma anzi aumenta il valore del tutto. Questa versione di dub si discosta molto dalle solite versioni in dub molto scarne e con bassi non troppo pompati, qui i volumi del mixer sono molto alti e il tutto è molto accattivante e ricco di sapore.

Un secondo incontro molto riuscito fra due realtà che intendono in maniera diversa e complementare il ritmo in levare e i bassi potenti.

 

Danakil meets ONDUBGROUND Part.2

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.