Bob Rock Radio Vol. 11

Bob Rock Radio Vol. 11

Puntata numero 11 per Bob Rock Radio.
La prima completamente tematica, dedicata alla psichedelia.
No aspettatevi il solito psych mix come ce ne sono a decine su mixcloud.
Ciascuno di noi ha contribuito seguendo la propria concezione di psichedelia e sono venute fuori sfaccettature veramente inedite.
Come ospite perfetto in puntata abbiamo Urlo Malleus, basso, voce e synth degli Ufomammut, che ci presenta il suo nuovo lavoro solista a nome The Mon.
E per chiudere la proposta acida agrodolce di Mi Spiace.
Press play, tune in, drop out.

Tracklist
Sigla!
The Black Angels “Evil Things”
The Verve “Stormy Clouds”
The Hooterville Trolley “No Silver Bird”
Spacemen 3 “Take To The Other Side”
Cinetrailer
Le Stelle Di Mario Schifano “E Dopo”
The Mystreated “Contrasts (I’ve Got Plenty)”
Guest: Urlo (Ufommamut/Malleus/The Mon)
The Mon “The Manure Of Our Remains”
Chris Britton “Down Beside Me”
Flying Saucer Attack “My Dreaming Hill”
The Heads “Fuego”
The Vacant Lots “Suicide Note”
The Open Mind “Magic Potion”
Loop “The Nail Will Burn”
Mi Spiace “Maschi Alfa”

 

Ascoltate le altre puntata di Bob Rock Radio

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Märvel – Double Decade

Grandissimo ritorno degli svedesi Märvel uno di gruppi di hard rock scandinavi più longevi ed apprezzati, e il perché del loro successo è racchiuso in questa doppia raccolta celebrativa.

Tigre - Contro Tigre

Tigre – Contro Tigre

Ad aggiungersi alla prestigiosa lista dei portabandiera di un qualcosa che è molto di più di un genere musicale ci pensano i Tigre che, con i quattro pezzi di questo mini, segnano il loro primo rumoroso vagito.

Eyeless In Gaza – Photographs as memories

Ristampa della meritoria Spittle Records del primo disco del 1981 degli inglesi Eyeless in Gaza, nome tratto da una novella di Aldous Huxley, uno dei gruppi culto degli anni ottanta e non solo. Questa ristampa rende giustizia ad un disco troppo spesso sottovalutato e relegato negli episodi minori del grande gruppo britannico.