Aramaic – The Fallen

Aramaic – The Fallen

Gli Aramaic da Dubai stupiscono con un EP di tre brani votato al death doom.

Dalla miliardaria e soleggiata Dubai arrivano i fenomenali Aramaic, che con questo Ep di tre brani lasciano a bocca aperta, presentando un death-doom dai tratti orientaleggianti e dall’appeal elevatissimo.

Tanti sono i gruppi a cui la band fa riferimento, ovvero tutto il meglio del genere suonato nella metà degli anni novanta anche da nomi storici ormai votati ad altre soluzioni musicali.
Prendete il meglio dai primi album di Paradise Lost, My Dying Bride, Anathema, Opeth e Moonspell, solo per citare i più famosi, amalgamateli con iniezioni di atmosfere orientali ed avrete una bomba sonora entusiamante, con due tipi di voce che ribattono colpo su colpo al sound della band ed una cattiveria esecutiva mai doma, a tratti di ispirazione black come potevano esserlo i Moonspell di “Irreligious”.
Certo, sono solo tre brani, ma le potenzialità degli Aramaic appaiono elevatissime, grazie ad un songwriting di livello tale che, in presenza di una tracklist almeno raddoppiata, mi avrebbe spinto a parlare di capolavoro.
I solos, che vanno da reminiscenze Paradise Lost a stupendi e decadenti riff che ricordano i My Dying Bride di “The Angel and the Dark River” o “Turn Loose the Swans”, ricamati dai bravissimi Fadi Al Shami e Ahmad Rammal, non disdegnano accelerazioni di stampo black quando i brani lo richiedono, ed allora sale in cattedra la sezione ritmica composta da Rafic JR Abi Saleh alle pelli e Michael Al Asmar al basso.
Seguire questi ragazzi è un obbligo e dire che aspetto con ansia il full-length è superfluo, date un ascolto a questo Ep ed innamoratevene.

Tracklist:
1.The Fallen
2.The Pledge
3.The Summonning

Line-up:
Michael Al Asmar – Bass
Rafic JR Abi Saleh – Drums
Ahmad Rammal – Guitars
Fadi Al Shami – Guitars
Serge Lutfi – Vocals

ARAMAIC – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.