The Mads – In Italiano


Recensione

Se i Mads in inglese sono una piccola delizia in italiano lo sono ancor di più...

<Ebbene sì maledetto Curcio mi hai preceduto anche stavolta!>.

Parafrasando, è un po’ stravolgendo, il grande ed indimenticabile Nick Carter inauguro queste mie righe che vorrebbero parlarvi di questa nuova uscita (in realtà i pezzi sono stati composti originariamente fra il 1979 ed il 1983) della mod band milanese.

Comincio con questa citazione perché l’amico Diego è stato più lesto di me nel recensire questo mini-cd e, sapendo come lui sia davvero molto più bravo di me a scrivere (non che ci voglia molto), ho spulciato fra le sue righe e quindi questo pezzo potrebbe non essere tutto farina del mio sacco. Messe opportunamente le mani avanti vado a parlarvi di questi quattro brani nei quali i Mads ci mostrano come fossero capaci già qualche annetto orsono di comporre ottime canzoni utilizzando il nostro idioma.

Si comincia con Sono Chiuso In lei dove il mod-sound alla Jam veniva ottimamente miscelato con il pop tipico della miglior canzone italiana creando un ibrido davvero godibile, ma le particolarità, secondo me, stanno nei tre pezzi successivi: Psycho Rock’n’Roll Art, Io Dirò e Solo Verità nelle quali i nostri aggiungevano al loro tipico suono una vena psychedelica e vagamente prog (non è una bestemmia sia chiaro) creando quelle splendide suggestioni che, molti anni dopo, avrebbero caratterizzato i lavori dei secondi Avvoltoi o, facendo del sano sciovinismo, quelle dei nostri mai abbastanza lodati corregionali Fenomeni.

In conclusione davvero una gran bella idea quella di riesumare questi quattro pezzi che in dodici minuti riassumono quanto fossero elevate le dosi di classe e di feeling di questo longevo combo di indomabili modernisti.

 

TRACKLIST
1) Sono Chiuso In Lei
2) Psycho Rock’n’Roll Art
3) Io Dirò
4) Solo Verità

LINE-UP
Luis Bergamaschi – Basso e Voce,
Mauro Fossati – Batteria e Voce,
Toni Graziani – Chitarra Solista e Voce,
Marco Pertusati – Voce Solista e Chitarra Ritmica

URL Facebook
http://www.facebook.com/themads

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *