Zidima – Cobardes

Zidima – Cobardes

Zidima - Cobardes: Devo ammetterlo cari Zidima mi avete fregato. Tenterò di spiegarmi meglio:ogni tanto il boss mi porta i cd da recensire ...

Devo ammetterlo cari Zidima mi avete fregato.
Tenterò di spiegarmi meglio:ogni tanto il boss mi porta i cd da recensire e io,da buon ignorante,guardo le copertine e ,in base a quello che più mi piace o mi attira,scelgo chi ascoltare per primo.
Nel vostro caso un bel paio di Converse mi ha subito fatto sperare in uno dei tanti cloni degli inarrivabili Ramones,cloni che, beninteso,mi piacciono praticamente tutti.
Ed invece cosa mi proponete un’insipida mistura di Marlne Kuntz e Massimo Volume,abbiate pazienza è vent’anni che ascolto cose del genere e ne ho davvero abbastanza.

So che mi si potrebbe obbiettare che è dallo stesso tempo che ascolto scontatissimo punk,garage o power-pop ma quello mi
piace e spero di ascoltarlo per altri vent’anni,di album come il vostro,chiedo venia,posso tranquillamente fare a meno.
Direte:non ti è piaciuta la musica ma almeno puoi salvare i testi,che sono ricercati e forbiti, ma ahimè anche quelli, sarà per la mia pochezza intelletuale,li ho trovati tediosi e pretenziosi.Fossi in voi cari Zidima prenderei questa recensione per quello che è,niente di più che un’accozaglia di concetti senza senso espressi da un poveraccio senza il benchè minimo senso artistico.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?

RIBBON STAGE – HIT WITH THE MOST

Avevamo già parlato, l’anno scorso, delle Ribbon Stage, terzetto newyorchese a trazione femminile (“Anni Hilator” al basso e voce e “Jolie M-A” alla chitarra e cori, coadiuvate da Mari Softie alla batteria) autore di un indie/noise pop che profuma deliziosamente di (altri) anni Ottanta, quelli di compilation come “C86”, e che avrebbe fatto la fortuna di etichette come la Sarah Records.