iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Wrong – Memories Of Sorrow

Davvero interessante l’esordio del duo iberico Wrong, alle prese con un black metal in grado di spaziare tra sensazioni depressive e lidi cascadian senza perdere di vista le radici del proprio sound, che affondano anche nei seminali Katatonia epoca “Brave Murder Day”.

Wrong – Memories Of Sorrow

Davvero interessante l’esordio del duo iberico Wrong, alle prese con un black metal in grado di spaziare tra sensazioni depressive e lidi cascadian senza perdere di vista le radici del proprio sound, che affondano anche nei seminali Katatonia epoca “Brave Murder Day”.

Memories Of Sorrow è un lavoro breve ma intenso, nel quale un songwriting piuttosto lineare riesce a cogliere nel segno evocando senza pause quei sentimenti disturbanti che sicuramente sono caratteristica più del DSBM che del black tradizionale.
La voce del drummer Phlegeton non è l’urlo straziante che spesso capta di udire in uscite di questo tipo bensì un canonico scream che, pur non essendo di primissimo livello, ben si sposa con le sonorità proposte, mentre DP, che si occupa di tutti gli altri strumenti, si disimpegna ottimamente in ogni frangente senza disdegnare passaggi di stampo acustico.
Le cinque tracce, di media lunghezza, sono impostate su mid-tempo che vedono rare quanto repentine accelerazioni, e meritano indistintamente un ascolto ben più che distratto, forti come sono di un ben delineato tessuto melodico.
Personalmente prediligo, tra le altre, Through This Slit, che ricorda i Katatonia quando ancora erano capaci di veicolare la propria triste emotività in maniera più diretta, e la conclusiva e splendida, I Want To Hear You Scream, che si spinge maggiormente sulle tracce dei migliori Wolves In The Throne Room.
Memories Of Sorrow, proprio in virtù del suo attingere a sfumature stilistiche che non vengono abbinate molto di frequente, risulta un lavoro convincente e soprattutto molto compatto nonostante le diverse sfaccettature che ne animano il sound.
Non c’è nulla di “sbagliato”, quindi, in questa prima uscita dei Wrong: non inganni il fatto che la band sia di fatto al suo esordio discografico, perché i due musicisti in realtà sono attivi nella scena iberica da lungo tempo e questa loro esperienza è stata messa a disposizione della buona riuscita del disco.
Una piacevole sorpresa e un altro nome da tenere d’occhio nel prossimo futuro.

Tracklist:
1. They Look at Me
2. Through This Slit
3. I Prefer So
4. Now I Remember
5. I Want to Hear You Scream

Line-up:
DP – Guitars, Bass, Piano and Sound Effects
Phlegeton – Vocals and Drums

WRONG – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Amarok – Resilience

La cifra compositiva degli Amarok è piuttosto personale in quanto, rispetto al più canonico sludge doom, la band californiana non teme di rallentare i ritmi fino a sfiorare un’asfissia scongiurata dal mood atmosferico e melodico che pervade buona parte di un lavoro riuscito come Resilience.

Abysskvlt – mDzod Rum

Gli Abysskvlt, con mDzod Rum, propongono un’opera di grande spessore, sia dal punto di vista spirituale che strettamente musicale, ma non si può nascondere che tali sonorità siano principalmente rivolte a chi possiede un’indole incline alla meditazione.

Silent Vigil – Hope and Despair

Se in passato il sound traeva principalmente linfa dall’insegnamento dei Daylight Dies, tutto sommato Hope and Despair è un album che si muove in continuità con quello stile, che qui viene ulteriormente ribadito dando alla fine l’auspicato seguito, sia pure con il nuovo moniker Silent Vigil, alla brusca archiviazione degli Woccon avvenuta dieci anni fa.