iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Wall Washington – Bandita

Un gran bel disco dal cuore punk western della provincia.

Wall Washington – Bandita

I Wall Washington sono un gruppo composto da persone esperte, con diversi progetti non solo musicali alle spalle, vicino e davanti, che hanno deciso di fare musica per divertirsi, come dovrebbe essere per tanti.

Divertendosi nel fare musica senza pose, attrezzi e produzioni costose, i Wall Washington fanno un ep autoprodotto che è un compendio del punk a stelle e strisce più genuino e vero, con un tiro decisamente Social Distortion melodici e anche un po’ western.
Il progetto è realmente genuino e rimanda a quell’ambiente punk rock italiano della prima metà degli anni novanta che era uno vero spettacolo, ma Bandida non è solo nostalgia, è fare musica per divertirsi e divertire, senza quelle brutte derive che vediamo oggi. Qui troviamo competenza, passione, sudore ma anche rispetto per se stessi e per chi ascolta. Sentendo il disco viene davvero voglia che sia un disco di lunga durata, perché i Wall Washington divertono e non poco. Il tutto è impreziosito dalla sovrumana matita mentale di Marco Castagnetto. Il mixaggio e la masterizzazione sono stati eseguiti molto bene, con uno spirito assai vicino a quello sopracitato.
Un gran bel disco dal cuore punk western della provincia.

TRACKLIST
01. Feeling Better
02. Alcoholic Angels
03. Zore – Zone
04. SIx Penny Star
05. The Secret

LINE-UP
Sonia Jane Babe : Vocals
Andy : Guitars,Vocals
Gerry :Drums
Ivan :Bass

WALL WASHINGTON – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

thou

Thou – Umbilical

I Thou fanno parte di quella corrente musicale sludge metal che nascendo a New Orleans ha contaminato il mondo con un muro di suono e dolore.

Daegonian – Through the great beyond

Daegonian – Through the great beyond:disco che scorre molto bene e che ci riporta ai fasti del symphonic death black, sottogenere prima abusato e ora quasi dimenticato, e qui siamo ai suoi massimi livelli.