VV.AA. – Sed Auis

VV.AA. – Sed Auis 1 - fanzine

VV.AA. – Sed Auis

Stuzzicante split proposto dalla SixSixSix, che propone tre progetti solisti dediti al black metal ma con approcci piuttosto differenti.

I primi due brani vedono all’opera i Nebel Über Den Urnenfeldern del tedesco C.: con il suo progetto di nascita recentissima il musicista della Bassa Sassonia si cimenta con uno stile non lontano dal depressive che, nonostante qualche imperfezione tecnica, denota una spiccata capacità di tessere melodie di qualità e soprattutto poco scontate.
Nelle sue dichiarazioni di intenti C. intende riprodurre le sonorità dei primi Nocte Obducta: come detto, dal punto di vista melodico/evocativo la strada è sicuramente quella giusta, c’è sicuramente da lavorare ancora un po’ sulla pulizia del suono, ma i due brani, Asche über dem Leidensweg (specialmentee Ein Riss im ewigen Kreis, possono sicuramente soddisfare chi nel genere cerca più i contenuti che non la forma.
La seconda coppia di tracce è appannaggio del cileno Tons con i suoi Eternal Spell: anche qui trattasi di un progetto dalla genesi molto recente, per cui i margini di miglioramento sono ovviamente molti.
In questo caso il black del musicista sudamericano prende le mosse dal black’n’roll in stile ultimi Darkthrone, nel quale affiorano anche diversi elementi punk, inclusi certi passaggi vocali. Come spesso accade per questo particolare sottogenere i brani scorrono via piacevoli ma senza lasciare un segno tangibile, all’insegna del palla lunga e pedalare che lì per lì non annoia ma che, alla lunga, lascia poche tracce nella memoria.
Gli ultimi due brani riportano su un altro livello il lavoro, trattandosi del contributo allo split dei Chiral, progetto dell’omonimo musicista italiano che abbiamo già avuto modo di conoscere in occasione delle sue ottime precedenti uscite.
Il fatto stesso che il nostro, rispetto ai compagni di avventura, abbia già alle spalle una discografia più rilevante, si sente nello sviluppo delle due tracce, Queste Voci Ch’Eclissano La Luce I e II, che mettono in mostra un black metal atmosferico di elevata qualità e maturità.
Il primo brano è pressoché perfetto nel suo bilanciamento tra aggressione e melodia, rivelandosi un ulteriore passo avanti nella progressione artistica di Chiral, mentre il secondo si muove inizialmente in maniera un po’ sghemba, ma il suo affascinante incedere al quale contribuisce una suono di chitarra piuttosto inusuale per il black (a tratti sembra provenire da ipotetiche session di “Pornography”, tanto per capirci …) lo rende alla fine soddisfacente quanto il precedente.
Lo split si rivela quindi ricco di spunti di interesse, con la piacevole conferma sui alti livelli dei Chiral, le notevoli potenzialità ancora da sgrezzare per i Nebel Über Den Urnenfeldern e l’auspicio della ricerca di una strada leggermente più personale per gli Eternal Spell.

Tracklist:
1. Nebel Über Den Urnenfeldern – Asche über dem Leidensweg
2. Nebel Über Den Urnenfeldern – Ein Riss im ewigen Kreis
3. Eternal Spell – Black Mysticism
4. Eternal Spell – Forces of Occult
5. Chiral – Queste Voci Ch’Eclissano La Luce I
6. Chiral – Queste Voci Ch’Eclissano La Luce II

Line-up:
Nebel Über Den Urnenfeldern
C. – All Instruments, Vocals

Eternal Spell
Tons – All Instruments, Vocals

Chiral
Chiral – All Instruments, Vocals

NEBEL UBER DER URNENFELDERN – Facebook

CHIRAL – Facebook

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.