Vaer – For So Many Reasons

Vaer - For So Many Reasons 1 - fanzine

Vaer – For So Many Reasons

Novelli Re Mida del metal, Déhà e Daniel Neagoe rendono oro tutto ciò che toccano.

I due, che più di una volta hanno condiviso i loro innumerevoli progetti, sempre con risultati eccellenti (Deos e Clouds, tra gli altri), li ritroviamo nuovamente insieme in quest’occasione, alle prese con una nuova incarnazione di Déhà, alla quale Daniel presta essenzialmente la propria voce.
Con Vaer il musicista belga estremizza ulteriormente le sensazioni stranianti provocate con Imber Luminis: la differenza sostanziale é che, in For So Many Reasons, gli umori depressive prendono chiaramente il sopravvento sulle pulsioni post metal che pervadevano un lavoro comunque dai tratti oscuri come era “Imber Aeternus”. .
La presenza di Daniel consente a Déhà di alternare il proprio screaming disperato con le tonalità differenti e più profonde del musicista rumeno, andando a creare uno scenario di sofferenza ed instabilità psichica che non può lasciare indifferenti.
For So Many Reasons è un disco che provoca un dolore quasi fisico: le urla dei due sodali evocano scenari estremi fatti di vesti strappate, carni lacerate e stati psichici irrimediabilmente destabilizzati.
Quaranta minuti di musica dell’intensità spasmodica, difficile da sopportare per chi non abbia desiderato, almeno una volta nella vita, esibire al mondo tutto il proprio dolore; la maschera di indifferenza che cela il disagio esistenziale viene strappata finalmente dal volto a viva forza, portando con sé lembi di carne e lasciando profonde cicatrici che nessun chirurgo estetico potrà mai occultare.
Se Beneath the Shade of Time e Disheartened sono due tracce che non lasciano requie, con tutto il carico di disperazione che viene esposto, Left in the Cold è il monumento del depressive metal attuale in quanto, cosa di non poco conto, la sofferenza viene esibita anche tramite una prestazione strumentale e vocale inattaccabile: il brano si snoda senza cali di tensioni emotiva tenendo sempre in evidenza una splendida linea melodica che il coacervo disturbante di percussioni e voci cerca inutilmente di sovrastare.
For So Many Reasons è l’ennesima pietra miliare partorita dal geniale musicista belga: anche se, ormai, chi lo conosce dovrebbe esserci abituato, Déhà riesce sempre e comunque a sorprendere, quale che sia la veste stilistica indossata di volta in volta …

Tracklist:
1. Beneath the Shade of Time
2. Disheartened
3. Left in the Cold

Line-up:
Déhà – All instruments, Vocals
Daniel N. – Vocals

VAER – Facebook

Stefano Cavanna
stefano@iyezine.com

Cresciuto per motivi anagrafici a pane e prog, a differenza di molti miei coetanei non passo il tempo a piagnucolare sostenendo "cosa vuoi sentire ora, quello che viene pubblicato ai giorni nostri è tutta spazzatura" ... Invecchiando ho allargato invece i miei orizzonti musicali e oggi sono essenzialmente un appassionato patologico di funeral/death doom, oltre che ascoltatore compulsivo di metal in ogni sua svariata forma, senza per questo disconoscere (ci mancherebbe altro) tutta la grande musica prodotta negli anni '70.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.