V.A. – Pulsioni Oblique

Pubblicato il

Scritto da

Arriva un nuovo nella scena sotterranea italiana, la toscana Kaczynski Editions, un’etichetta molto particolare, qui alla sua prima uscita.

Il primo atto di questa nuova realtà è una raccolta dei musicisti e di gruppi che fanno parte del roster dell’etichetta. Kaczynski propone musica speciale, mai ovvia e comune, dimenticate la commercialità e le canzoni da canticchiare, qui ci sono narrazioni sonore e dipinti ritmici.

Lo spettro della proposta musicale di Kaczynski è ampio e variegato, un percorso originale e non per tutti, ma per chi si vuole avventurare su strade poco battute e di una bellezza grande e particolare. Viste da fuori queste tracce sembrano di un unico creatore, perché anche nella loro diversità, hanno un filo logico che le lega, è questo conduttore è l’imprevedibilità.

Ambient, noise minimale, field recordings con intarsi sonori di altri generi, ascoltate questa raccolta ed inventatevi un genere, è un po’ come leggere i libri per bambini di Rodari, le parole sgorgano nuove ed inedite, ci sono immagini che vi vengono contro e suoni che si rigenerano nel momento della loro morte. Sembrerebbe che qui il lo fi regni sovrano, ma in realtà è in alta fedeltà nel nostro cervello, perché questa è musica che stimola le sinapsi, una narrazione altra incentrata sul vcalore ancestrale dei suoni.

Tutto è in movimento, e la musica si inceppa e scorre come la vita fuori dal finestrino di un treno che cambia spesso velocità.

Il disegno è molto valido, e le trame sono da seguire.
Un debutto felicemente spiazzante in un’epoca davvero troppo ovvia.

ETICHETTA: Kaczynski Editions

TRACKLIST
1.ranter’s groove – Bring the war home!
2.23RedAnts – Never dreaming
3.mdmme – Maximo/minimo
4.zerogroove – Perpetual
5.zero23 – Waiting for the enemy
6.Pablo Orza – Disconnected from reality
7.ranter’s bay – Always sleeping

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.