Twilight Of The Gods – Fire On The Mountain

Twilight Of The Gods – Fire On The Mountain

Alan Averill, voce dei Primordial, Rune Eriksen e Patrick Lindgren, rispettivamente asce di Aura Noir e Thyrfing, Frode Glesnes bassista di Einherjer e Nick Barker batterista, tra gli altri, di Cradle Of Filth e Dimmu Borgir, hanno fatto sì che con i loro nomi si creasse curiosità se non addirittura una certa aspettativa nei confronti del disco d’esordio, dal titolo Fire On The Mountain.
Il sound dell’album appare molto più vicino ai primi album dei Manowar piuttosto che ai Bathory del mai dimenticato Quorton: non ci sono tastiere, i Twilight Of The Gods ci aggrediscono con mid tempo dallo stile guerresco e molto crudo dove da padrone la fa, in tutto l’album, l’atmosfera da battaglia sanguinaria.
Alan Averill, sempre epico e solenne, si dimostra il vocalist perfetto per questo genere, il lavoro delle due chitarre e’ sopra le righe in tutto l’album così come la prestazione del picchiatore Nick Barker alla batteria.
I pezzi piu’ riusciti sono Destiny Forged In Blood, la title track Preacher Man e la maideniana Sword Of Damocles.
Fire On The Mountain è un disco che al primo ascolto potrebbe risultare poco digeribile per chi non ha familiarità con questo tipo di suoni ma è capace di crescere col tempo, risultando imprescindibile, invece, per tutti gli epic metallers.

Tracklist:
1.Destiny Forged in Blood
2.Children of Cain
3.Fire on the Mountain (1683)
4.Preacher Man
5.Sword of Damocles
6.The End of History
7.At Dawn We Ride

Line-up:
Alan Averill – vocals
Rune Eriksen – guitars
Patrik Lindgren – guitars
Frode Glesnes – bass
Nick Barker – drums

TWILIGHT OF THE GODS – facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Madhouse – Secret antithesis

Terzo disco per i Madhouse capitanati dalla cantante cantante Federica Tringali e dal chitarrista Filippo Anfossi, il titolo è ” Secret antithesis” ed esce per Nadir Music. La proposta musicale dei Madhouse è un metal moderno e fresco, con rimandi gotici in alcuni passaggi.

Mudhoney, ad aprile il nuovo album. Condiviso il primo singolo

Dopo un silenzio discografico durato quattro anni (escludendo split singles e la ristampa espansa del 2021 per il trentennale di “Every good boy deserves fudge”, infatti, risale al 2019 l’ultima pubblicazione di materiale ufficiale, l’Ep “Morning in America”) tornano i Mudhoney

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.