iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Toxoid – Aurora Satanae

"Aurora Satanae" è un buon esordio a base di un black metal sulla scia di Dark Funeral e Naglfar.

Toxoid – Aurora Satanae

Il metal estremo nelle terre asiatiche è ben radicato e l’underground, colmo di realtà interessanti, sforna prodotti di buona fattura molte volte andando oltre con lavori davvero entusiasmanti che toccano il death metal in tutte le sue forme, oppure suoni classici e black metal, come nel caso dei Toxoid, gruppo al primo lavoro proveniente dall’India (New Dehli).

Aurora Satanae risulta un buon album di genere, la band in mezzora riempie le orecchie di chi ascolta di un black metal debitore della scena scandinava: chitarrismo serrato, screaming appropriato e malignità che cerca di uscire dalle tracce il più convincente possibile, alimentata dalla passione che la band mette, a badilate, nel suonare un genere difficile e sempre nel mirino della critica.
Pur ricordando i maestri nordeuropei (Dark Funeral in primis, con un’impronta melodica alla ultimi Naglfar) il sound della band risulta meno gelido rispetto al loro approccio (d’altronde il paese di provenienza non è certo famoso per i paesaggi invernali come le terre scandinave) e la produzione, pur non essendo al top, riesce comunque a raggiungere la sufficienza contribuendo al buon ascolto dell’album.
Sei brani scorrevoli e dal buon impatto tra i quali, a tirare il gruppo, troviamo l’ottima title track e Feed My Wrath, dove escono allo scoperto le virtù della band che, se lavorate a dovere, potrebbero esplodere magari nel prossimo lavoro.
Aurora Satanae rimane comunque un buon esordio, sicuramente i fan del genere non rimarranno delusi dal black metal diretto del gruppo asiatico.

Tracklist:
1. Baphomet Enraged
2. Feed My Wrath
3. Demon Lust
4. Mystical Misanthropic Doctrine
5. Aurora Satanae
6. Thy Infernal Defloration

Line-up:
Paul Marandi – Bass
Prabal Sahoo – Drums, Lyrics
Adnan Khan – Guitars, Vocal

TOXOID – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Kensington – Control

La band capitanata da Casper Starreveld ha creato un album che ha il destino già scritto prima di arrivare all’orecchio dei fans, una raccolta di canzoni pregna di atmosfere melanconicamente melodiche, con più di un riferimento al rock alternativo degli ultimi vent’anni, molto britannico concettualmente, ma assolutamente già sentito sui canali e radio specializzate in musica e cultura indie.

The Pier – The Pier

Per gli amanti del genere un album da ascoltare a più riprese, ed una band da seguire visto l’enorme potenziale artistico.

Somnium Nox – Apocrypha

Con coraggio e personalità i due musicisti australiani incorporano in un’unica opera quella che è stata l’evoluzione del genere dagli ormai lontani primi anni novanta