Commenti recenti

The Trip Takers – Jumpy Blues Master / Another One 7″

The Trip Takers – Jumpy Blues Master / Another One 7″

Di gruppi come i Trip Takers ce n’è sempre bisogno ed è quindi con incommensurabile piacere che ricevo e recensisco questo loro nuovo singolo.

Rispetto al loro recente mini, fra i quali pezzi l’iniziale Don’t Care About Them era veramente da urlo, i nostri tornano su vinile con due pezzi che li consacrano come une delle band più brave, preparate e coinvolgenti nell’ambito sixties-oriented non solo italico. Un pezzo per lato, una gemma dopo l’altra; sul lato a trova spazio Jumpy Blues Master un folk-punk che ha il potere di riportare indietro le lancette dell’orologio al 1966, un brano senza tempo che un suono d’armonica ammaliante rende davvero magico, avete presente quelle splendide raccolte di garage americano che, spero, riempiono le vostre collezioni?

Ebbene ci starebbe dentro a pennello. Si gira lato e l’incanto prosegue anzi se è possibile si fa ancor più grande perché Another One sono due minuti e mezzo di purezza incontaminata nei quali traspare, in tutta la sua beltà, l’anima byrdsiana e sottilmente malinconica della band. La musica del quintetto siciliano è puro nettare per chi ha un cuore puro e pulsante, un’anima limpida che guarda al passato ma che possiede anche orecchie ed occhi ben piazzati e ricettivi.

E’ qualcosa per chi ha una sensibilità forte e spiccata, è quello che fa per me ora e sempre. Spero di essere, nell’apprezzarli, in buona compagnia, ma che non si tratti di un gruppo troppo numeroso perché certe cose sono troppo intime per volerle condividere troppo.

ETICHETTA: Area Pirata Records

TRACKLIST
Lato A : Jumper Blues
Lato B : Another One

LINE-UP
Carmelo Gazzé – Bass, Organ, Sitar & Vocals
Morgan Maugeri – Lead guitar & Voclas
Manuel Rotella – Rhythm Guitar, Harmonica & Vocals
Giuseppe Mangano – Drums & Percussion
Simone Di Blasi – Organ & Piano

33 Condivisioni
Il Santo
Il Santo
[email protected]

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.