The Spots – Chel – Sea

The Spots – Chel – Sea

The Spots - Chel - Sea 1 - fanzineQuanto la pubblicità influenza le nostre vite? Si perché anche se vi credete assolti siete lo stesso coinvolti (citazione che fa fine e non impegna).

Ma facciamo un esempio: abbonamento in gradinata per vedere il Genoa 220 euro, una birra media 5 euro, un singolo di punk rock che ti allieti la giornata non ha prezzo, per tutto il resto c’è la tua voglia di ascoltare sempre qualcosa di nuovo.

Ed eccolo un ottimo singolo di punk rock, questo che mi hanno spedito gli Spots e che mi sono già gustato svariate volte; e anche questa volta l’incipit l’ho tirato per i capelli…che non ho.

Come da prammatica cominciamo con il lato a occupato dalla canzone che da il titolo al 7″, un pezzo che è la quintessenza del suono settantasettino britannico, molto pistolsiano ma che l’ottima voce di Fabrizio rende anche piacevolmente melodico. Sul lato b si trova invece Summertime Punk – titolo e testo geniali – brano molto più rock’n’roll che mi ha ricordato gli X, i tanto vituperati (chissà poi perché) Havana 3am di Paul Simonon e persino i Clash di London Calling.

Come se non bastasse gli Spots sono anche dannatamente punk’n’roll da vedersi ed il vinile color rosso rende il tutto ancor più stiloso, d’altronde red is passion.

Insomma toglietemi tutto ma non il punk rock.

Track List
Lato A : Chel-sea
Lato B : Summertime Punk

 

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati