The Purple Strawberry Jam – The Purple Strawberry Jam

The Purple Strawberry Jam – The Purple Strawberry Jam

Progetto solista di chitarra spaziale della giovane chitarrista Anna Lisa Spatola.

Anna Lisa è stata co-fondatrice e chitarrista delle Nagyrev, gruppo attivo dal 2000 al 2010; questo suo progetto solista nasce dall’esigenza personale di dare vita a qualcosa di differente.
Anna Lisa ci porta nei territori dell’eccellenza chitarristica, dove gente come Steve Vai, Malmsteen e Zappa sono di casa: il suo suono non è duro, ma è anzi molto dolce, anche se non mancano le accelerazioni e la sua musica si può definire rock fusion.
Il disco è molto vario e per tutta la durata dei sei brani si assaporano stili differenti, ognuno marchiato da grande inventiva; Anna Lisa suona quasi tutti gli strumenti, ovvero chitarra, basso e batteria, e viene aiutata da alcuni ospiti.
La ragazza ha un gran talento e non è affatto confusa, ma sa su quale fascia correre: The Purple Strawberry Jam è qualcosa in più di una jam, ma non ha la pianificazione di un disco e questo è un pregio, poiché tutto appare molto spontaneo.
Una grande musicista ci parla e ci suona.

Tracklist:
1. Beware Of The Frog
2. Smooth Dragonflies and Busy Bees
3. Green Elephatns Told Me So
4. Sunday Afternoon Heartbreak
5. Defeating The Final Boss
6. The Jam Is Over !

Spotify

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati