iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : The Peacocks – After All

The Peacocks - After All: ( I USED TO FUCK PEOPLE LIKE YOU IN PRISON 2010 ) : non sparatemi e non riempite la mail della web zine di insulti, ma a...

The Peacocks – After All

( I USED TO FUCK PEOPLE LIKE YOU IN PRISON 2010 ) : non sparatemi e non riempite la mail della web zine di insulti, ma a mio personalissimo giudizio dopo i Beatles ci sono i Peacocks sul podio della melodia. Attivi dal 1990 questo prodotto della Svizzera ( sì dopo Chapuisat e l’erba alpina c’è vita), hanno inciso per miriadi di etichette, e fatto migliaia di concerti.

Cosa più importante non hanno mai sbagliato un disco, e io li seguo fedeli, e per me sono come il chinotto, una sicurezza di piacere e soddisfazione. In quest’ultimo disco troverete un rock virato allo psycho e al rockabilly, fatto con tanta classe e un immenso senso della melodia, canzoni sempre piacevoli e zero noia. Effettivamente sono molto partigiano verso di loro, ma come non esserlo dopo anni di fidanzamento con i Peacocks ? Compratevi questo e tutti gl ialtri dischi, anche se molti sono ormai esauriti. Anzi, devo ammettere che ora come ora mi diverto più con “ After all” che con “ Let it be “… Se non li amate lasciate perdere pure il chinotto…

waww.thepeacocks.ch
waww.peoplelikeyourecords.com

The Peacocks - After All

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.