The Mighties – Augustus

The Mighties – Augustus

The Mighties - Augustus 1 - fanzineQuesto disco dei Mighties, che esce a coronamento di dieci anni di onorata carriera, presenta una curiosa particolarità.

Tenterò di spiegarmi nel modo più semplice che conosca: di solito le band tentano di mettere in cima alla scaletta i loro pezzi migliori mentre nel caso della formazione umbra succede esattamente il contrario. Infatti se la aah side è composta da sei brani belli e coinvolgenti, ma che non toccano le vette altissime che il gruppo sa sfiorare, è la facciata buu a proporre tre pezzi che fanno davvero la differenza.

Ed eccoli visto che sono quelli che aprono la track list e sono la crampsiana Girl in the Zoo, il garage punk fulminante di matrice Miracle Workers/Chesterfield Kings e – visto che la nostra scuola è ugualmente virtuosa Pikes in Panic – di Casablanca ed il robusto power-pop alla Barracudas di Girl Inspector.

Vi garantisco che tre canzoni così non le trovate facilmente in nessun disco italiano o straniero che sia e ciò certifica l’eclettismo e la bravura dei nostri. Ho suonato e risuonato questo disco in macchina ancora sabato – due giorni fa rispetto a quando sto scrivendo queste righe – e vi giuro che, oltre ad essere un ottimo compagno di viaggio, cresce ascolto dopo ascolto.

Prima di buttarvi su qualcosa che arriva fuori dai patrii confini con la sicurezza che sia meglio a prescindere ascoltatevi questo ed altri dischi di garage italiano e se trovate che siano inferiori allora sono io che non capisco un cazzo, niente di più facile.

P.S. : Non so quanto i membri del gruppo siano appassionati di calcio ma concludo dicendo che aspetto il Perugia a Marassi in serie a, forza Grifoni è il campionato che vi compete. Lo so non c’entra un nulla, ma la recensione è mia e la concludo un po’ come credo.

Track List
1) Caprice de la Drama,
2) Back to the Schoole,
3) Chinese Drop,
4) Everybody’s Doing,
5) Simon Brown,
6) Church of R’N’R,
7) Girl in the Zoo,
8) Casablanca,
9) Girl Inspector,
10)White Lies,
11) Shudybabybop

Etichetta Label
We’re Fruit Records / Sob! Records

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Madhouse – Secret antithesis

Terzo disco per i Madhouse capitanati dalla cantante cantante Federica Tringali e dal chitarrista Filippo Anfossi, il titolo è ” Secret antithesis” ed esce per Nadir Music. La proposta musicale dei Madhouse è un metal moderno e fresco, con rimandi gotici in alcuni passaggi.

Mudhoney, ad aprile il nuovo album. Condiviso il primo singolo

Dopo un silenzio discografico durato quattro anni (escludendo split singles e la ristampa espansa del 2021 per il trentennale di “Every good boy deserves fudge”, infatti, risale al 2019 l’ultima pubblicazione di materiale ufficiale, l’Ep “Morning in America”) tornano i Mudhoney

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.