The Dirtiest – 100 Shots

The Dirtiest – 100 Shots

The Dirtiest - 100 Shots 1 - fanzineContinua quella piaga ormai irreversibile che si chiama fuga di cervelli.

Dopo scienziati, medici e ricercatori pure i nostri migliori musicisti emigrano per pubblicare dischi su etichette straniere.

E’ questo il caso dei fiorentini Dirtiest – band dal background di prim’ordine – che pubblicano questo loro 7″ su Slovenly Records label americana dal catalogo che definire di alta qualità è voler essere decisamente riduttivi, se non avete loro dischi in casa state portando avanti un’esistenza ben misera.

Quattro sono i pezzi proposti dal gruppo, due sfacciatamente ramonesiani (e quindi adorabili) Cento Shot – grappa hey – e Dai Gas e Spilla uno più teso e “compresso” Soldi mentre lo splendido Macaroni è la risposta punk rock a L’Italiano di Toto Cotugno, suono alla Dead Boys e testo semplice caustico e geniale. Il vinile splendidamente azzurro marmorizzato fa di questo singolo un oggetto ancor più appetitoso.

Masterizza il tutto Tim Warren e se non sapete chi è siete compagni di merende di quello sbirro di Topolino.
Chi li ha visti dal vivo ne parla davvero bene, a me non è ancora capitata l’occasione di vederli, comunque nell’attesa di poter verificare certe voci tendenziose vi direi di fare vostro questo 7″ così giusto perché è bello davvero tanto.

Track List
Lato A : Cento Shot, Soldi
Lato B : Dai Gas e Spilla, Macherone

Etichetta Label: Slovenly Records

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.