The Courtneys – Ii

Le Courtneys suonano lo slacker-pop esattamente come andrebbe suonato: voci accattivanti e guitar-driven sound. Impeccabili!

The Courtneys – Ii

Le “The Courtneys” arrivano da Vancouver B.C. e suonano uno slacker-pop da spiaggia fresco ed orecchiabile, talvolta malinconico.

Escono su Flying Nun, storica label neozelandese, una sicurezza in ambito alt-rock e alt-pop, e sfornano un disco che non annoia un secondo, strizza l’occhio al rinascimento 90s dei giorni nostri e, passandomi il termine, gasa. La gioia prodotta dall’ascolto di dischi come “II” è frutto di poche ma significative ragioni: chitarre distorte, basso incessante, cantato naif e assenza di inutili orpelli, a favore di un’alta fedeltà alle sacre scritture dell’alternative americano; la solidità e la coerenza di fondo di questo lavoro valgono da sole il prezzo del biglietto. Ovviamente si tratta di un disco, come altri, che rimarrà nel cuore di pochi; chi ama questo sound sarà invece ripagato da una delle band più interessanti dell’intero panorama alt-rock.

“Silver Velvet” apre le danze con versetti da girl group come “nothing you say, nothing you do could stop me from thinking about you” e basso ipnotico; “Country Song” ha il ritornello più orecchiabile del lotto; “Minnesota” è il pezzo più malinconico, “Tour” il più esuberante.

Ma sono i sei minuti di “Lost Boys” ad essere il vero picco emotivo di questo lavoro ed il momento più psichedelico; una filastrocca elettrificata che strizza l’occhio ai Velvet Underground.

Disco consigliatissimo.

TRACKLIST
1 – Silver Velvet
2 – Country Song
3 – Minnesota
4 – Tour
5 – Lost Boys
6 – Virgo
7 – 25
8 – Iron Deficiency
9 – Mars Attacks
10 – Frankie

LINE-UP
Crazy Courtney: Bass + backup vocals
Classic Courtney: Guitar + backup vocals
Cute Courtney: Drums + lead vocals

URL Facebook
https://www.facebook.com/thecourtneys

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.