The Bradipos IV – The Partheno-phonic sound of…

Il suono caldo e partenopeo dei re del surf italiano

The Bradipos IV - The Partheno-phonic sound of... 1 - fanzine

C’è chi al proprio ricevimento nuziale recluta un dj generalista che metta Macho Man o Born To Be Alive e chi, ancora peggio, ingaggia una pessima quanto tristissima orchestrina che faccia da jukebox in balia degli invitati.

C’è chi invece ha classe e buongusto e per il giorno più importante della propria vita sceglie una vera band, per giunta di quelle davvero brave, e la fa suonare in spiaggia facendo felici tutti i convenuti. E’ la seconda opzione quella scelta dai “nostri” Loriana e Simone che hanno deciso, ormai qualche annetto fa, che a vivacizzare il loro ricevimento sarebbero stati i valentissimi surfers campani Bradipos IV.

Gli stessi Bradipi che ci propongono questo sfizioso mini-lp (va ascoltato a 45 giri) che si ripropone nel tipico sound del gruppo otto canzoni della tradizione napoletana. L’operazione, che potrebbe sembrare stantia se non retorica, suona invece freschissima e grazie all’abilità ed alla competenza del quartetto casertano i pezzi vengono rivestiti di una patina sixties che, però, non snatura la melodrammaticità inisita nella tradizione partenopea. Se amate il surf (se non lo amate siete degli allocchi) questo disco è quanto di più bello potete ascoltare oggi in Italia se non nel mondo.

A proposito, dentro l’ellepì, che tra l’altro è dotato di una bellissima copertina, i Bradipos IV inseriscono pure il cd con gli stessi pezzo contenuti su vinile, cosicché possiate tranquillamente ascoltarlo in autoradio e quindi maltrattarlo a vostro piacimento, cosa volete di più, che vi facciano dieci euro di benzina alla macchina?!?

TRACKLIST
1) Catena
2) Amaro E’ ‘O Bbene
3) ‘A Fata D”E Suonne
4) Segretamente
5) Manella Mia
6) Scétate
7) Sciummo
8) Palummella Zompa E Vola

LINE-UP
Ghigo – Basso
Enrico – Batteria
Massimiliano – Chitarra
Francesco – Chitarra

THE BRADIPOS IV – Facebook

Avatar

Autore: Il Santo

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.