iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : The Beatersband 52 Ways to Murder

The Beatersband 52 Ways to Murder: nel ranking delle band di culto i Misfits occupano senza dubbio alcuno una posizione preminente.

The Beatersband 52 Ways to Murder

The Beatersband 52 Ways to Murder

Nel ranking delle band di culto i Misfits occupano senza dubbio alcuno una posizione preminente.

Questo culto postumo, ma quanto mai attuale, ha portato numerosi gruppi a riproporre le loro canzoni nelle più svariate vesti. I risultati, come in ogni caso in cui convergono così tanti epigoni, si è rivelato ondivago: alcuni sono stati geniali, molti piuttosto bravi, altri tragici.

Insomma per poter suonare brani di altri occorrono feeling e attitudine, devozione, ma anche personalità. Questi indispensabili requisiti certo non difettano ai Beatersband che del coverizzare pezzi altrui si sono da sempre fatti portabandiera. La conferma è quanto mai tangibile nei quattro brani di questo ep che ci apre con una versione carezzevole di Saturday Night, seguita da un’ ottima She veloce e incisiva, per tornare con Nightmare on Elm Street su tonalità più pop e “rotonde”. Chiude il tutto una Some Kinda Hate molto vibrante e personale.

Ascoltare i pezzi dei Misfits con un cantato alla Shonen Knife è davvero qualcosa di piacevolmente straniante a dimostrazione che per cimentarsi con le cover ci vuole un tocco di tipicità, pena cadere in un blando, se non fastidioso e sterile copismo.

Non occorre necessariamente essere fan della formazione proveniente dal New Jersey per godersi appieno questo sfizioso singolo, perché in fondo il tutto si regge egregiamente sulle proprie gambe, e con ciò spero di aver fatto il miglior complimento possibile al gruppo che lo ha realizzato.

The Beatersband 52 Ways to Murder

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

The Mourning After - Lately / Quit Bazar 7"

The Mourning After – Lately / Quit Bazar 7″

Pronti alla bisogna per assolvere nel migliore dei modi tale irrinunciabile esigenza ecco qui per me e per noi tutti, direttamente da quel di Sheffield, i veterani e collaudatissimi Mourning After ed il loro 7″ licenziato in questi giorni dalla Rogue Records.