The Backwards – Eerie Thoughts Collection pt.3

The Backwards - Eerie Thoughts Collection pt.3 1 - fanzine

The Backwards – Eerie Thoughts Collection pt.3

Questo tipo di scena fu molto più significativa e rigogliosa di quanto possa sembrare a posteriori e interessò quasi tutta la penisola,compresa la mia Liguria,perché ok che siamo tutti cittadini del mondo ma ogni tanto un po’ di sano orgoglio regionale non fa mai male.
Ed è proprio una band ligure quella presa in esame da questa meritoria ristampa, ovvero i genovesi Backwards.
In questo cd sono radunati il loro primo e unico album datato 1990, il loro demo del 1989 nonché quattro gustose bonus tracks, il tutto per quasi 1 ora e 20 (!) di suoni ammalianti pronti a trasportarvi in un mondo di gran lunga migliore rispetto a quello grigio nel quale viviamo oggigiorno.
In tutto i brani sono 30 fra i quali si segnalano la barrettiana The backwards are here,programmatica sia nel titolo che nel suono,Travellin’knight dal suono freakbeat e dai ritmi più sostenuti, Across your mind pezzo dal incedere garagistico che rimanda ad una versione meno acida dei 13th Floor Elevators, la filastrocca drogata di Happily ever after in odore (oppiaceo) di primi Pink Floyd, la malinconia psychedelica di In search of yourself e Portrait un pezzo che un sacco di gruppi inglesi avrebbero voluto comporre,il nome dei Sundays è il primo che mi sovviene.
Mentre per quanto il demo e le bonus tracks si segnalano due covers di classici sixties quali Makin’time dei Creation e No way out della Chocolate Watch Band, due pezzi dai ritmi rasentanti la new wave quali The lizard e Nasty when i’m leaving e lo space rock di Spoiled child.
Su quel libro fondamentale che è “Eighties colours” di Roberto Calabrò (spero che ognuno che sia interessato a questa ristampa lo abbia già fatto suo) leggo le impressioni postume su questi brani del deus ex machina della band Pierpaolo Rizzo, il quale afferma che se alcune canzoni restano tuttora interessanti altre risultino ad oggi davvero imbarazzanti.
Ovviamente trattandosi di opinioni personali dell’autore non sono neppure lontanamente discutibili ma, dal mio umile punto di vista, mi permetto di aggiungere una piccola considerazione: “Caro Pierpaolo, finché ci saranno anime semplici, come la mia, pronte ad emozionarsi con questo tipo di suoni le tue canzoni (e ovviamente non solo le tue) saranno per sempre attuali”.

Tracklist:
1. Love song (Barrett)
2. The Backwards Are Here
3. Travellin’ Knight
4. She Stared At Her Own Feet
5. Out Of Focus
6. Across Your Mind
7. My Advice For You
8. Pause
9. Your Precious Time
10. Happily Ever After
11. Upstairs
12. In search Of Yourself
13. Portrait (of an unbalanced mind)
14. Evening Conversation
15. Daily Rites
16. Point of View
17. Makin’ Time (Pickett/Philips)
18. Across Your Mind
19. So Asleep
20. The Lizard (R. Hitchcock)
21. In search Of Yourself
22. Portrait (of an unbalanced mind)
23. Nasty, When I’m Leaving
24. My Advice For You
25. Why (McGuinn/Crosby)
26. No Way Out (Cobb)
27. Spoiled Child
28. Or So It Seems
29. Here She Comes Now (Reed)
30. My Attic

Info e contatti : www.areapirata.com

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.