The 99ers-Move it!

The 99ers-Move it! 1 - fanzine

Ho sempre amato quanto d’artistico arrivava degli Stati Uniti d’America, lo stesso non può dirsi per quanto riguarda le scelte politiche (ma questo é un altro discorso); parlo ovviamente di letteratura ma soprattutto di musica, e cosa c’é di più genuinamente americano di questo “Move it!”, quarto album dei The 99ers ?

I nostri vengono dal Minnesota e suonano come una versione punk dei Creedence Clearwater Revival e io amo il punk e i Creedence.
Ad un primo ascolto l’accostamento ai Social Distortion potrebbe sembrare quasi automatico ma la band mostra, nei venti pezzi dell’album, una vena pop che li rende, pur restando saldamente nel solco della tradizione, notevolmente originali.
E’ proprio quando la melodia trionfa che l’album eleva il proprio standard, si veda la splendida “Betty Rose is rocking out” (il pezzo più bello del lotto) e l’altrettanto mirabile “Practical girl”.
Ad ulteriore rafforzamento di quanto dicevo all’inizio della recensione, il gruppo coverizza veri e propri classici dell’american rock’n’roll music, quali Eddie Cochrane e Brenda Lee, dimostrando quanto un suono che ha ormai oltre sessant’anni resti tutt’oggi attuale e vitale.
Come accennavo poc’anzi l’album si snoda per venti canzoni e dura più di cinquanta minuti ma, nonostante una durata piuttosto elevata, va giù che é un piacere non facendo trasparire durante l’ascolto la pur minima traccia di tedio.
In un mondo nel quale un gruppo, pur valido, come i Green Day vende milioni di copie non si capisce il motivo per il quale la celebrità non possa baciare band altrettanto valide come i The 99ers.
Ma, si sa, chi scrive sulle fanzine di musica non ha mai capito granché, contrariamente a chi si occupa di fare le scelte per Mtv…

Info e contatti :
waww.the99ersband.com
waww.myspace.com/the99ers

The 99ers

Avatar

Autore: Il Santo

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.