Space Eater – Passing To The Fire To Molech

Space Eater - Passing To The Fire To Molech 1 - fanzine

Space Eater – Passing To The Fire To Molech

Altro ottimo gruppo dalla Pure Steel Records, etichetta specializzata nelle sonorità metalliche old school come quelle proposte dagli Space Eater, band serba al terzo lavoro in studio dedite al thrash metal senza compromessi e dall’ottimo impatto.

Nato nel 2004 il gruppo di Belgrado ha licenziato due buoni album, “Merciful Angel” nel 2007 e “Aftershock” nel 2010, che vedeva le parti registrate al microfono da parte del cantante Bosko Radisic, scomparso nel 200, e rimpiazzato successivamente dall’ottimo Luca Matkovic.
Passing To The Fire To Molech è una mazzata niente male, le sonorità preferite dal combo sono quelle della Bay Area, quindi niente di nuovo sotto il sole, ma il tutto risulta suonato bene e dall’impatto bello tosto, infarcito di ritmiche e solos velocissimi, accompagnato da una discreta vena melodica e dall’ottimo cantato di Matkovic, aggressivo e vario.
I brani dell’album si susseguono in una cascata di metallo sparato a mille, le due asce svolgono il compito con aggressività e melodia accompagnate dalla sezione ritmica schiacciasassi, per un risultato che soddisferà i fan del thrash classico.
Passando in rassegna tutte le band madri del genere, gli Space Eater non nascondono le proprie influenze nell’esplorare il mondo dello speed/thrash con buona padronanza della materia, e ci consegnano così un lavoro derivativo ma dal buon feeling e ricco di canzoni riuscite.
D’altronde questo è il genere e allora via sparati sull’ottovolante thrash di brani come l’accoppiata iniziale, Unjagged e la title track, la superba Ninja Assassin, apice del disco, il massacro totale di Ultra-Violence e la conclusiva In Hospital, traccia che, insieme alle altre bombe sonore raccolte nell’album, contribuisce alla resa di un buon lavoro di genere, confermando il vocalist come ottimo cantante, davvero bravo nel fornire ai brani un taglio personale e valore aggiunto della band.
Altra ottima realtà, gli Space Eater sono l’ennesimo centro della Pure Steel, etichetta diventata ormai un punto di riferimento per i true metallers alla ricerca dei suoni classici.

Tracklist :
1. Unjagged
2. Passing Through the Fire of Molech
3. Daisy Cutter
4. P.O.W.
5. Ninja Assassin
6. A Thousand Plagues
7. Exhibition of Humanity
8. Ultra-Violence
9. Medea
10. In Hospital

Luka Matkovic – Voce, Chitarra
Ðorde Lukovic – Chitare
Karlo Testen – Basso
Marko Danilovic – Batteria

SPACE EATER – Facebook

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.