Sources Of I – Faces

Sources Of I – Faces 1 - fanzine

Sources Of I – Faces

Una band black metal dalla Bulgaria di per sé costituisce già un buon motivo per essere incuriositi dal contenuto di questo Ep, se poi si scopre che alla voce e al basso c’è il ben noto Déhà (che in realtà è belga, ma chi meglio di lui, musicalmente parlando, può essere definito cittadino del mondo ?) allora il tasso di interesse sale in maniera esponenziale.

Il musicista, che è protagonista di progetti eccezionali come Slow ed Imber Luminis, di sodalizi dai frutti altrettanto prelibati come quelli con Daniel Neagoe (Deos, Vaer, Clouds) e con Arnaud Strobl (We All Die Laughing), oltre a qualche altra mezza dozzina di iniziative dall’impronta solista, si è trasferito a Sofia lasciando subito il segno dando vita, con musicisti locali, ad una band dedita ad un black metal melodico sì, ma molto sui generis.
Nei tre brani dell’Ep (più la versione edit di Shadows of the Stars) i Sources Of I non vanno certo a reinventare un genere che il più ha già dato, bensì lo elaborano con la dovuta competenza riproponendolo al meglio delle attuali possibilità, donandogli quel quid in più che solo il genio di Déhà può offrire.
Il musicista belga (che, come avrà capito chi ha letto le mie precedenti recensioni che lo riguardano, è un mio pallino) è in grado come pochi di rendere la musica un evento catartico, andando a scavare negli anfratti più reconditi della psiche umana per estrarne tutte le scorie che avvelenano l’esistenza e riuscendo sistematicamente nel suo intento, a prescindere dal fatto che il genere proposto sia doom, black, death, grind o progressive.

In Faces troviamo una terna di brani ottimi, devoti ai suoni tradizionali del black novantiano con il picco compositivo raggiunto con Shadows of the Stars, un pezzo capace di rievocare la glaciale maestosità di quello che, a mio modesto parere, è il miglior album mai composto nel genere, ovvero “In The Nightside Eclipse” dei seminali Emperor.
Sources Of I è l’ennesimo centro di un artista a 360 gradi ed un autentico agitatore della scena metal europea: sono davvero curioso di veder coda riuscirà a combinare in Bulgaria, un paese che, salvo rare eccezioni, finora in ambito metal ha avuto un peso del tutto marginale.
Faces è solo l’inizio …

Tracklist:
1. Discrepancy of Life
2. Shadows of the Stars
3. When You’ll Close Your Eyes to the Light
4. Shadows of the Stars (edit)

Line-up:
Déhà – Voices, bass
Dragshan – Guitars
Delian – Guitars
Vortep – Drums

SOURCES OF I – Facebook

Tags:
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.