Sonic Wolves – Before The End Comes

Sonic Wolves – Before The End Comes

I Sonic Wolves sono l'hard rock psichedelico che volevate, l'assalto sensuale di un branco di lupi sonici.

I Sonic Wolves sono l’hard rock psichedelico che volevate, l’assalto sensuale di un branco di lupi sonici.

Esce il debutto su lunga distanza del gruppo di Kayt Vigil ( The Hounds Of Hasselvander Pentagram e Rogue State), moglie di Vita degli Ufo Mammut e Rogue State con le chitarre di Paolo Melotto e Diniz. Registato da Satefano Tocci agli Ampire Studio di Pistoia il disco va oltre la conferma di quello che si era potuto ascoltare nel sette pollici di esordio He Said, qui presente.
La durezza dei Sonic Wolves è notevole, l’ascolto vi guiderà in una psichedelia pesante, figlia di quei strani esperimenti di proto metal psichedelici della California anni sessanta e settanta. Certamente qui è maggiore la pesantezza e la velocità, ma nella stagione dell’amore e die fiori è nata una strana linea oscura dove, forse a causa delle droghe, la psichedelia si è fusa con l’hard rock e con un certo tipo di suono oscuro difficilmente definibile. La luce e la tenebra son gli elementi base di questo viaggio, che potrebbe essere benissimo la colonna sonora di un moderno e distopico Easy Rider. I Sonic Wolves colpiscono in profondità e fanno un gran bel disco, maturo, duro ed interessante, con grandi fughe in avanti, rendono la musica un rito con Kayt Vigil e la sua voce come dionisiaca officiante. Molte sono anche le soluzioni sonore sempre all’insegna della psichedelia dura. Ci sono momenti di grande coinvolgimento, ed in generale tutto il disco è assai notevole, e consente molteplici ascolti perché è molto diluito e con molti passaggi a più livelli.
Gran debutto per un gruppo che va oltre le aspettative e riuscirà ad interessare gli amanti della musica pesante e psicotronica.

TRACKLIST
1. Winds Of War
2. Geronimo
3. Obscured
4. He Said
5. Wolfwitch
6. Lamia
7. Freedom Is The Devil
8. Before The End Comes

LINE-UP
Kayt Vigil – Bass
Vita – Drums
Paolo Melotto – Guitar
Diniz – Guitar

SONIC WOLVES – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

The HangeeS - Heading Back to the Good Valley

The HangeeS – Heading Back to the Good Valley

Stavo ascoltando i Monks, e a rifletterci mi sorge spontaneo un dubbio: cosa avrebbe pensato se invece dei monaci ci fossero stati sul piatto gli HangeeS con il loro nuovo disco la cui data di pubblicazione è il 2022?

RIBBON STAGE – HIT WITH THE MOST

Avevamo già parlato, l’anno scorso, delle Ribbon Stage, terzetto newyorchese a trazione femminile (“Anni Hilator” al basso e voce e “Jolie M-A” alla chitarra e cori, coadiuvate da Mari Softie alla batteria) autore di un indie/noise pop che profuma deliziosamente di (altri) anni Ottanta, quelli di compilation come “C86”, e che avrebbe fatto la fortuna di etichette come la Sarah Records.