iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Six Feet Tall – Six Feet Tall

I Six Feet Tall fanno noise con modalità hardcore, hanno urgenza di esprimere e di dire, e dischi come questo sono un calcio di ossigeno in mezzo ai coglioni, sono belli e necessari.

Six Feet Tall – Six Feet Tall

Noise rock e post hardcore per questo gruppo perugino, composto da membri di gruppi sciolti o ancora attivi come Vento D’ Ottobre, Northwoods , ( A ) Toll, Cayman The Animal e Ouzo.

Il loro suono è energico e nervoso, le musiche vibrano tra noise rock e post hardcore, e l’ep è un ottimo esordio per questo gruppo. Il noise rock è un buon linguaggio per raccontare le nostre fratture interne, le nostre cadute, il disagio che non vorrebbe farci più rialzare da terra. I Six Feet Tall hanno le idee chiare ed hanno già maturato esperienza e ora propongono un suono tutto loro. Si grida, ci si contorce, e le cose vanno rumorosamente a schiantarsi contro un muro. I riferimenti potrebbero essere quelli classici dei gruppi noise rock o dei più rumorosi fra i gruppi post hardcore, ma qui la sintesi effettuata è ben più profonda. I Six Feet Tall fanno noise con modalità hardcore, hanno urgenza di esprimere e di dire, e dischi come questo sono un calcio di ossigeno in mezzo ai coglioni, sono belli e necessari. Non è facile fare bene un suono come questo, poiché la ripetitività è sempre in agguato, ma non in questo caso.
Il libretto allegato al cd è stato disegnato dal disegnatore underground Spugna, ed è un vero valore aggiunto alla musica.

TRACKLIST
1. How To Spleen Everything
2. Hopeless Semantic
3. A Fun That Never Sets
4. Washing My Scene
5. Zen Ar Cane
6. Voids Don’t Cry

LINE-UP
Federico : Bass
Andrea : Drums
Diego : Guitar And Voice

SIX FEET TALL – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.