Sekoria – Im Reich Der Schatten

Sekoria - Im Reich Der Schatten: Nel mondo variegato, oscuro e violento del metal estremo, il black metal sinfonico ha avuto i suoi momenti di gloria, co...

Sekoria – Im Reich Der Schatten

Nel mondo variegato, oscuro e violento del metal estremo, il black metal sinfonico ha avuto i suoi momenti di gloria, con i successi commerciali di Dimmu Borgir e Cradle Of Filth, ma in questi anni, complice l’interesse per altre forme musicali e la poca ispirazione dei gruppi guida, il genere offre nell’underground il meglio di s√® e questo lavoro, ad opera dei tedeschi Sekoria, ne √® l’ennesima conferma.

Il secondo album della band, e successore del debutto Iter Stellarum di tre anni fa, risulta un ottimo esempio di black metal sinfonico, epico, oscuro e guerresco, le orchestrazioni non inficiano il mood maligno e combattivo di questa raccolta di songs, che se non spiccano per originalità riescono a convincere con un songwriting ispirato ed una produzione pulita e perfetta.
La band alterna i testi in tedesco e nel pi√Ļ internazionale inglese, la sensazione di essere nel bel mezzo di una disfida tra gli eserciti degli inferi, combattuta in una terra oscura, √® forte, le atmosfere tengono il passo per tutta la durata dell’album, molto lungo (pi√Ļ di un’ora), ma per niente stancante o noiso nell’ascolto.
Songs mediamente lunghe, atmosfere epiche e imponenti, cavalcate metalliche di quel black old school di cui il sound del gruppo è colmo, e momenti di atmosferiche sfumature, dove si respirano melodie di estrazione folk, racchiuse in spartiti scritti da demoni, sono le principali caratteristiche di Im Reich der Schatten.
Lo scream mantiene un tono che sprigiona cattiveria e sfumature declamatorie e ci si riempe le orecchie di orgoglio epico, in un susseguirsi di sfuriate devastanti, sinfonie demoniache ed ottimi momenti dove le sfumature dark folk impreziosiscono il songwriting di brani magniloquenti come Ein neuer Weg, Canticum Maris, la tempestosa Vendetta e la coppia di songs conclusive, Thron aus Eis e Ein letztes Mal, riassunto compositivo di questo lavoro, dove tutte le forme che compongono il sound dei Sekoria sono perfettamente inglobate tra i solchi dei brani, creando uno tsunami di suoni black metal, sinfonici, furiosi e classicamente old school.
Un album capace, a tratti, di regalare atmosfere epiche davvero ben congegnate, le orchestrazioni glorificano il mood guerresco senza cadere in facili melodie, arrivando alla fine dello scontro con ancora l’energia per alzare le spade al cielo e onorare i signori della guerra e della morte.

TRACKLIST
1. Einbruch der Dunkelheit
2. Im Reich der Schatten
3. Die Nachtigall
4. Ein neuer Weg
5. Wesen der Zeit
6. Canticum Maris
7. Der Sturm, den ich rief
8. Vendetta
9. Der Fall
10. Die vergessene Welt
11. Thron aus Eis
12. Ein letztes Mal

LINE-UP
Tobias Forneberg – Bass, Vocals, Arranging orchester samples
Mathias Tröster РDrums
Felix Piroth – Guitars, Vocals
Matze Markwart – Guitars

SEKORIA – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Banchetto cuore delle bands

Oggi vi voglio parlare di una argomento che a me sta particolarmente a cuore facendo parte di quelli che la musica anche la fanno ( ci proviamo se non altro) .

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

‚ÄúRiflessioni sulla pena di morte‚ÄĚ di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

‚ÄúR√©flexions sur la guillotine‚ÄĚ √® un saggio del ‚Äô57 di Camus che appare prima sulla ‚ÄúNouvelle Revue Francaise‚ÄĚ e poi nel libro ‚ÄúR√©flexions sur la peine capitale‚ÄĚ