iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Russian Circles – Guidance

I Russian Circles fanno pensare ed emozionano, con un disco pressoché perfetto.

Russian Circles – Guidance

Ci sono gruppi che fanno musica con una frequenza che travolge come un’onda inaspettata, come un bacio od un abbraccio in un momento difficile, trovare la bellezza là dove è tutto arido.

La musica dei Russian Circles è così, è un’emozione che si adatta a noi, e ognuno di noi ci troverà un diverso significato seguendo questo meraviglioso percorso. Molti di voi li conosceranno già e alcuni di voi li amano molto, e qui ce n’è per tutti. Ogni nota, ogni passaggio di batteria o di basso apre o chiude un mondo, una vita o soltanto un altro battito di ciglia. I Russian Circles fanno musica magica, sono degli sciamani che grazie alla musica strumentale portano in luoghi diversi da quello dove stiamo. Guidance non si discosta molto dagli altri album, anche se è più heavy come suoni rispetto agli altri, o questa è forse solo una mia impressione. I Russian Circles pubblicano un capolavoro, l’ennesimo della loro carriera, ed è davvero difficile dire quale sia il disco migliore. I Russian Circles riportano la musica alla sua funzione, quella di provocare emozioni, senza andare dietro a mode o cercare di piacere. Guidance è una goduria dall’inizio alla fine, fa piangere, fa ridere, fa alzare la braccia per un’apertura clamorosa e fa pensare a ricordi o a cose belle. C’è chi definisce triste la musica dei Russian Circles, ma sinceramente c’è più gioia e stupore qui che in tante altre cose. Guidance ha una grande ampiezza ed è fatto per essere esplorato in profondità, cercando le cose che interessano all’ascoltatore, i Russian Circles hanno fatto il massimo, pur essendo un gruppo che ha sempre stupito tutti. I Russian Circles fanno pensare ed emozionano, con un disco pressoché perfetto. Senza tante chiacchiere.

TRACKLIST
1.Asa
2.Vorel
3.Mota
4.Afrika
5.Overboard
6.Calla
7.Lisboa

LINE-UP
Brian Cook – Bass
Mike Sullivan – Guitar
Dave Turncrantz – Drums

RUSSIAN CIRCLES – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Merak - Sopho(s)more

Merak – Sopho(s)more

Esplora il secondo EP di Merak – Sopho(s)more e lasciati travolgere dalla loro musica new wave e psych grunge. Corrosiva e avvincente!

Blocco Nero – Cronache

A distanza di dieci anni dall’ultima apparizione discografica torna il Blocco Nero, una delle più interessanti avventure musicali degli ultimi anni. Il Blocco Nero tornano con “ Cronache” un disco che racchiude 8 canzoni che sono otto date importanti per la storia italiana e non

Morta Skuld – Creation undone

Morta Skuld: un disco che pareggia e forse supera le uscite migliori della loro gloriosa carriera, death metal senza compromessi alla carica sempre.