Riccobellis – Battlestar Galactica

Riccobellis – Battlestar Galactica

Riccobellis - Battlestar GalacticaIn questi giorni di umore leopardiano ( anche se sarebbe meglio fosse leopardato) ci vuol qualcosa che mi tenga a galla sopra questa merda (cit. Vasco Rossi).

E cosa di meglio ci può essere se non un album di pop-punk o punk melodico o come più vi aggrada chiamarlo per riemergere dalle sabbie mobili dei miei pensieri contorti ed autodistruttivi.

Assolvono brillantemente a questo compito i veterani Riccobellis che riescono, almeno nello spazio dell’ascolto di questo disco, a risollevare il mio umore tendente verso lo sprofondo come le azioni della Enron. E lo fanno con quattordici nuove canzoni che sprizzano energia e melodia da tutti i pori.

Si comincia con il pezzo che da il titolo all’album che ricorda una band da me amatissima quali i Travoltas, Murder On Avenue B è invece pregna di umori queersiani mentre Drunk & Drugs vanta un gran titolo e un la-la-la ultra contagioso.

Forever Holiday ha un suono di chitarra più marcatamente Nofx mentre anch’io sono Without You come il pezzo numero nove in scaletta, I Don’t Wanna Go in a Psycho Therapy e Alone Tonight rimandano agli immensi Riverdales e Night of the Living Dead è sostenuta da coretti che ammaliano ed io adoro i coretti.

Ovviamente sul tutto aleggia lo spirito dei Ramones ma forse non era neanche il caso di dirlo. Devo ancora decidere se mi piace la copertina, forse è troppo poco ignorante per i miei gusti, ma, molto probabilmente, devo solo farci l’occhio.

Per il resto prendete Battlestar Galacica mettetelo sul piatto ed alzate il volume, fuori c’è il sole, io non sarò (forse) per sempre senza di te e il punk rock tinto di pop non invecchierà né morirà mai.

Track List
1) Battlestar Galactica,
2) Crazy Molly,
3) Murder on Avenue b,
4) Lost in Tokyo,
5) Drunk & Drugs,
6) I Know What You Did Last Summer,
7) Forever Holiday,
8) I Remember You
9) Without You,
10) I Don’t Wanna Go in a Psycho Therapy,
11) The Night of the Living Dead,
12) Alone Tonight,
13) You’re the Reason,
14) Born to Die in Berlin

Etichetta Label
Monster Zero Records

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.