Recensione Libri

Libri che riteniamo interessanti al di là di ogni steccato, di genere o autore.

“Il viaggiatore” di Stig Dagerman, edito da Iperborea

Il viaggiatore di Stig Dagerman

Incapace di accontentarsi di verità ricevute, Dagerman appartiene alla famiglia dei Kafka e dei Camus, dei ribelli alla condizione umana. In questa raccolta di racconti scritti fra il 1947 e il 1953, i protagonisti sono costretti a riconoscere che la “grande tragedia”. “Il viaggiatore” di Stig Dagerman.

La via del ritorno di Erich Maria Remarque, edito da Neri Pozza

La via del ritorno di Erich Maria Remarque

Questo libro, pubblicato per la prima volta in volume nel 1931, fa parte – insieme a “Niente di nuovo sul fronte occidentale” e “Tre camerati” – della trilogia di Erich Maria Remarque dedicata alla Grande Guerra

“La donna abitata” di Gioconda Belli, edito da e/o

La donna abitata di Gioconda Belli

“La donna abitata” è il romanzo della rivoluzione sandinista, scritto da chi ha partecipato attivamente alla lotta del Fronte sandinista contro la dittatura di Somoza, da colei che, oggi, è probabilmente la più nota scrittrice del Nicaragua.

“Assassinio di lunedì” di Dan Turèll

Assassinio di lunedì di Dan Turèll

“Io assassinavo ragazze. Mi piaceva veder morire sotto le mie mani quelle creature che solo un minuto prima traboccavano di vita in modo sfacciato, seducente, provocatorio.”: “Assassinio di lunedì” (1983)…

“Non ho risposte semplici” di Stanley Kubrick, edito da Minimum Fax

Non ho risposte semplici di Stanley Kubrick

Questo volume è una raccolta di interviste rilasciate da Stanley Kubrick dagli inizi della sua carriera sino al 1987, anno di uscita del suo penultimo film, “Full Metal Jacket”; il libro ripercorre le tappe della carriera di un cineasta spesso discusso, a volte incompreso, ma ostinatamente indipendente.

L’arte della fuga di Fredrik Sjöberg, edito da Iperborea

L’arte della fuga di Fredrik Sjöberg

Un giorno Sjöberg resta folgorato da un dipinto e scopre che l’autore del quadro, lo svedese Gunnar Widforss (1879-1934), è sconosciuto in Europa tanto quanto amato in Nord America;

“Quand’ero bambino” di Jacques Prévert, edito da Guanda

Quand’ero bambino di Jacques Prévert

In questo libro del 1972, Prévert racconta la propria infanzia, il mondo visto da un bambino; gli affetti e le immagini della vita familiare si alternano allo stupore per l’ambiente esterno: la scoperta di Parigi, le vacanze in Bretagna, i libri d’avventura e lo sguardo un po’ smarrito sulla società.

Lavoro a mano armata di Pierre Lemaitre

Lavoro a mano armata di Pierre Lemaitre

Pierre Lemaitre trae spunto da un fatto di cronaca per scrivere un romanzo di scottante attualità, in cui la realtà della disoccupazione diventa una storia di violenza, psicologica e fisica. “Lavoro a mano armata”, edito nel 2010, è una storia del nostro tempo.

Sottoscala Pandemico#11- Tre libri galeotti

Ecco che quindi mi appresto a raccontarvi tre libri che non sono da ombrellone : Luca Azzini “Scrivevamo sulle scarpe”, Cristina Danini “Distorti ed Invendibili”, “31 Racconti” di Paolo Merenda,

Lo Spleen di Parigi di Charles Baudelaire

Lo Spleen di Parigi di Charles Baudelaire

Nel 1857, al tempo della pubblicazione dei “Fiori del male”, Baudelaire dichiara che gli artifici dello stile poetico sono un ostacolo allo sviluppo di un pensiero che abbia come oggetto la verità: è l’atto di nascita de “Lo Spleen di Parigi”

Pensieri di un uomo curioso di Albert Einstein

Pensieri di un uomo curioso di Albert Einstein

Albert Einstein scrive Pensieri di un uomo curioso contiene oltre 500 riflessioni di Albert Einstein – tra parentesi quando sono state espresse – estratte dalla documentazione conservata alla Princeton University.

Marco Crescizz - Venezia Metal

Marco Crescizz – Venezia Metal

In Italia a questo scopo è stata scelta Venezia Metal, sorellastra malmessa di Venezia Mestre, rimasta interamente sotto il controllo dello Stato italiano.