Quarteto Nova Era – Quarteto Nova Era

Quarteto Nova Era - Quarteto Nova Era 1 - fanzine

Quarteto Nova Era – Quarteto Nova Era

Ci sarà stata una cappa di oscurantismo dovuta al regime militare del generale Medici oppure ci sarà stata un’attesa febbrile per i mondiali di calcio dell’anno a venire, nei quali i verdeoro avrebbero stritolato la nostra nazionale? Oppure una cosa poteva mediare l’altra rendendo il tutto apparentemente meno amaro?
E, soprattutto, visto che è pur sempre di musica che stiamo parlando, da dove avrà tratto ispirazione, in tempi così pionieristici, la band in oggetto?
E già, perché in questi quattro pezzi ci sono davvero un sacco di modelli diversi tanto da lasciare davvero sorpresi e da considerare come la gioventù, non solo in Brasile sia chiaro, quando si tratta di creatività non è mai in difetto.
Ma parliamone più diffusamente delle quattro canzoni succitate: si comincia con De Repente, contraddistinta da una psichedelia eterea che sfocia spesso nel folk più ispirato, segue Apolo, un pezzo che potremo definire lounge e per il quale una band come i Pizzicato Five, a distanza di 30 anni, avrebbe ucciso pur di poter comporre.
Si gira lato e si trova Viagem No Tempo che sembra essere uno di quegli splendidi pezzi che sorreggevano i film di quegli anni, tanto bello che poco o nulla ha da invidiare a quelli composti dai maestri italiani di quegli anni (un po’ di sano sciovinismo ogni tanto ci sta!); chiude O Tempo Nao Espera che è puro freakbeat condito in salsa sudamericana, e voi mi direte:cazzo scrivi? E io vi risponderei:scrivete una bella mail alla Groovie Records, fate vostro questo 7″ e capirete.
Tra l’altro, quando lo avrete fra le mani, oltre a far vostro un oggetto davvero molto bello e curato, potrete ammirare la straordinaria bellezza sixties dei componenti della band.

Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.