iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Putrid Evocation – Echoes Of Death

Death metal feroce e senza compromessi

Putrid Evocation – Echoes Of Death

Putrido, marcio, malvagio, un sound che definire underground è un eufemismo, ma a suo modo affascinante, è quello racchiuso nel primo full-length dei cileni Putrid Evocation, terzetto di deathsters formatosi nel 2011, autore di una manciata di demo e di un Ep risalente allo scorso anno (“Blackness Enshroud”).

Death metal feroce, senza compromessi, già dalla produzione molto underground, Echoes Of Death si riempie di atmosfere orrorifiche, dai frequenti rallentamenti e passaggi al limite del doom, gelide e infernali, cariche di demoniaca malvagità, un tuffo nel più sordido girone infernale dove si cerca di stare a galla nella pozza di resti umani ormai devastati dalle orde di larve fameliche distratte dal loro banchetto.
Il rantolo mortifero del vocalist B.Nekroskull ci accompagna in questo viaggio nella terra dei morti, un abisso di anime dove non arriva la minima luce: passaggi cadenzati ci danno il benvenuto nel regno del dolore eterno, sconquassato da ritmiche che si fanno veloci allorché cerchiamo di fuggire da zombie affamati, comandati dal signore degli inferi.
La forma più cruda e senza compromessi del death metal la potete trovare tra questi solchi, gli echi del metal estremo scandinavo, nella loro forma più pura ed underground, si aggirano tra questo lotto di brani malsani, reminiscenze di una guerra che ha visto vittorioso il popolo dell’abisso, colonna sonora di un regno dei morti sempre più vicino a noi, raccontato dalla band cilena in questi quaranta minuti di totale blasfemia.
Nihilist e Convulse sono le influenze maggiori del gruppo per un prodotto che affascina ma che rimane ad esclusivo consumo degli amanti di queste sonorità, cosa che, credo, alla band cilena importi ben poco.
A modo loro, grandi.

Tracklist:
1. Intro (Horror From the Cemetery)
2. Echoes of Death
3. Revelation of Hell’s Apocalypse
4. Vengeance From the Crypts
5. Morbid Sacrilegious
6. Unquenchable Flame
7. Horrible Disease
8. Total Death
9. Putrid Intercourse (Convulse cover)

Line-up:
K. – Drums
B.Nekroskull – Guitars, Vocals
R.Impaler – Bass, Vocals (backing)

PUTRID EVOCATION – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Kensington – Control

La band capitanata da Casper Starreveld ha creato un album che ha il destino già scritto prima di arrivare all’orecchio dei fans, una raccolta di canzoni pregna di atmosfere melanconicamente melodiche, con più di un riferimento al rock alternativo degli ultimi vent’anni, molto britannico concettualmente, ma assolutamente già sentito sui canali e radio specializzate in musica e cultura indie.

The Pier – The Pier

Per gli amanti del genere un album da ascoltare a più riprese, ed una band da seguire visto l’enorme potenziale artistico.

Somnium Nox – Apocrypha

Con coraggio e personalità i due musicisti australiani incorporano in un’unica opera quella che è stata l’evoluzione del genere dagli ormai lontani primi anni novanta