Orion – On The Banks Of Rubicon

Ottimo ep, in arrivo ancora dall'India, per gli Orion, votati ad un convincente progressive/death metal.

Orion – On The Banks Of Rubicon

Iyezine torna in India, precisamente a Mumbai, segnalandovi questo ottimo Ep di quattro brano degli Orion, uscito originariamente nel 2012 e ripubblicato quest’anno dalla Transcending Obscurity.

Nata nel 2008 e con all’attivo un demo dal titolo “Reverie Hours”, la band asiatica strabilia con quest’ultimo lavoro dal titolo On The Banks Of Rubicon, esempio di musica estrema, tecnicissima e molto melodica, moderna nel saper coniugare il lato piĂą strettamente prog al death di chiara ispirazione “core”, rendendo le composizione potenti ma ragionate e con un approccio alla tecnica strumentale mai fine a se stessa.
Infatti, pur essendo tutti i musicisti molto bravi, le canzoni scivolano via ugualmente in modo estremamente lineare, e le parti piĂą death oriented sono sempre tenute ben salde da una band che non dimentica di conferire il giusto peso al songwriting.
Così Oh Sweet Ebullition, Devoured Existence, Astral Embodiment e My Dying Prayer formano una manciata di brani che lascia intravedere enormi potenzialità, specialmente dove i quattro musicisti indiani abbandonano i territori estremi per avvicinarsi al prog settantiano del re cremisi, con picchi di ottima musica a 360°, emozioni che, nella stupenda Astral Embodiment, diventano brividi sopratutto per chi si avvicinerà al combo conoscendo il genere suonato dalla band del leggendario Robert Fripp.
In conclusione, ottimo lavoro, da ascoltare e far vostro, nella speranza un eventuale full-length sia alle porte, visto che il materiale in oggetto è ormai vecchio di due anni, .

Tracklist:
1. Oh Sweet Ebullition
2. Devoured Existence
3. Astral Embodiment
4. My Dying Prayer

Line-up:
Anshuman Bhattacharya – Bass, Vocals (backing)
Vigneshkumar Venkatraman – Guitars, Vocals
Ashwin Kulkarni – Guitars
Pritesh Prabhune – Drums

ORION – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

ZAKO – I

Durante una trasferta in Toscana per motivi familiari, per chi vi scrive si è presentata una splendida opportunitĂ : quella di vedere in azione, per la prima volta dal vivo, i leggendari Fuzztones in concerto a un’oretta d’auto di distanza da dove (temporaneamente) alloggiava. Colto l’attimo,

THEE HEADCOATS – IRREGULARIS (THE GREAT HIATUS)

Neanche il tempo di recensire l’album-raccolta “Failure not success” (pubblicato col moniker Wild Billy Childish & CTMF) che arriva subito un altro Lp, nel 2023, firmato dallo stacanovista inglese Billy Childish, poliedrico menestrello di culto, che per questa release ha riesumato gli Headcoats, che tornano