one eyed jack-may day!

one eyed jack-may day!

Quattro pezzi da bruciare nel breve spazio di 11 minuti per questo quartetto romagnolo,per l’esatezza di Cesena,che propone un buon hard-core fast and furious dotato della giusta dose di melodia.
La loro tecnica non è eccelsa,ma neppure disprezzabile,e il cantante ha avuto l’ottima intuizione di non sgolarsi inutilmente per piacere al recensore frustrato di turno o per far colpo sul sesso opposto,e questo gioca ad indubbio merito della band.

Gli One eyed jack,se volete leggetelo pure come un ossimoro,sono scontati ma non banali,lo trovate un concetto astruso?
Ascoltateli e vedrete che potreste trovarvi d’accordo con me.
In questi casi si potrebbe dire,con abbondanza di vuota retorica,che c’è ancora tanto da crescere;ma il mio consiglio al gruppo, se proprio sentono il bisogno di averne uno,è quello di fottersene e di continuare a suonare quello che più gli aggrada e,con tutto il rispetto,affanculo tutto il resto.

Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.