now again – objects in mirror are closer than they appear

now again – objects in mirror are closer than they appear

Volontà,amore per la musica,unione:ecco le molle che il gruppo indica come quelle determinanti a far si che questo ep vedesse la luce e, per quanto mi riguarda, ciò potrebbe già essere sufficente a renderli meritevoli della mia attenzione e della mia stima.

Se a tali incoraggianti premesse si aggiunge poi un bel suono potente e melodico che mi ha personalmente ricordato i primi album dei Good Riddance,si può tranquillamente parlare di una raccolta di pezzi altamente consigliabile.
Fra la canzoni,tutte di buon livello,spicca “A paladin” ottimo mix di spigolosità e melodia.
Considerando che questo è il primo “parto” della band,lo avevo preceduto soltanto un demo,ci si può aspettare,in un futuro più che prossimo,un album di lunga durata e di maggior qualità rispetto a questo,pur meritevole esordio.

Il Santo
calcagnoluca31@gmail.com

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.