Noland – No One Is Nowhere

Noland – No One Is Nowhere

“No One Is Nowhere” funge da macchina del tempo e ci catapulta nei primi anni ottanta e nei primi passi del metal estremo.

Gianluca Bertolino, chitarrista dei Midian, thrash metal band nostrana con all’attivo un full-lenght del 2011 dal titolo “Screaming Demon”, rispolvera questo suo progetto nato nel 2006 e poi accantonato, rimettendosi al lavoro sui vecchi brani e componendone di nuovi: il nuovo disco dei NoLand intitolato No One Is Nowhere è cosa fatta.
Il chitarrista italiano fa tutto da solo, aiutato solo da Giampiero Mirabella alle vocals in veste di ospite e ci consegna un album di thrash metal ottantiano orientato verso sonorità slayerane e il thrash teutonico di Sodom e Kreator.
In questo lavoro assurge al ruolo di protagonista l’attitudine, qui si respira veramente l’atmosfera dei primi dischi degli Slayer, con un suono scarno, una produzione anni ottanta, la voce putrida, insomma, i primi passi del metal estremo che, con una manciata di brani e la bellissima cover di Cat Scratch Fever di Ted Nugent (dove appare Valerio Passaretti, chitarrista dei Midian e secondo ospite), Gianluca ripropone al meglio.
A tratti spuntano echi dei Venom, ma è comunque il suono slayerano a far la voce grossa, fra rallentamenti, accelerazioni e solos chiaramente di scuola thrash.
Dominator, Seed of Evil e la devastante title-track sono esempi di come questo lavoro sia un tuffo nel metal che ha fatto grandi quei gruppi che, una trentina di anni fa, furono i pionieri di un certo modo di intendere la nostra musica preferita, dall’approccio estremo e senza compromessi, ed in questo senso si rivela adeguata la scelta di produrre l’album come se fosse stato registrato proprio in quegli anni.
Unico neo è la drum machine usata dal nostro che, a mio avviso, non rende del tutto giustizia ai brani: infatti viene meno proprio la fantasia nel drumming che avrebbe reso più varie le ritmiche e sicuramente giovato alle varie song.
Un dettaglio in un lavoro che comunque andrebbe ascoltato, specialmente dai fan più giovani, per ritrovare lo spirito delle band che hanno contribuito a rendere il metal immortale.

Tracklist:
1. Intro
2. Lies Reality
3. Dominator
4. Wolf
5. Seed of Evil
6. Supremacy
7. NoLand
8. Cat Scratch Fever
9. Cronoscalate
10. Possection of Life

Line-up:
Gianluca Bertolino – All instruments, Vocals

NOLAND – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.